Bioplastiche dalle uova

Mentre nel mondo si diffondono le prime plastiche biodegradabili, un team di ricercatori britannici si appresta a creare la prima plastica prodotta dal guscio delle uova.

I gusci delle uova sono attualmente smaltiti in discarica, con tale sviluppi potrebbero ottenere un valore commerciale e iniziare una nuova vita sottoforma di cover per iPhone, mouse e tanti altri accessori in plastica. La ricerca è stata messa a punto dell’Università di Leicester e finanziata da iNet, un network che milita nel campo delle innovazioni del settire alimentare.

Grazie ai finanziamenti, gli scienziati del dipartimento di chimica dell’università inglese, hanno potuto effettuare una serie di analisi e giungere alla conclusione che, con l’estrazione di proteine tipiche del guscio dell’uovo, si potrebbero produrre bioplastiche. In più, tale estrazione potrebbe essere utile anche nel campo farmaceutico.

Il team è specializzato nella cosiddetta chimica sostenibili e studia materiali alternativi ai derivati dei combustibili fossili. Gli scienziati sperano di utilizzare l’innovativa plastica come riempitivo di varie tipologie di oggetti. Rinforzare le plastiche dei vassoi alimentari fino alla creazione di particolari attrezzature.

Photo Credits | publicdomainpictures.net

Pubblicato da Anna De Simone il 14 aprile 2012