Corretta installazione canna fumaria

corretta installazione canna fumaria

Qualsiasi impianto di riscaldamento alimentato a legna, pellet o cippato necessitano di una canna fumaria, la cui corretta installazione diventa presupposto indispensabile per il buon funzionamento dell’impianto termico.


Attraverso la canna fumaria avviene la fuoriuscita dei fumi della combustione, che sfrutta il movimento ascendente dei fumi caldi all’interno del camino, conosciuto con il nome di “tiraggio”.
Il segreto di un buon tiraggio è rappresentato un insieme di accorgimenti tecnici e impiantistici: i fumi in uscita, essendo più leggeri, tendono a salire verso l’alto sfruttando la differenza di pressione con l’aria esterna.

Corretta installazione canna fumaria, indicazioni utili
Ai fini del buon funzionamento della canna fumaria bisogna considerare alcuni fattori

  • Le pareti della canna fumaria non devono presentare alcuna minima rugosità; ciò provocherebbe attrito nei fumi, diminuendo l’efficienza di tiraggio
  • L’acciaio è di sicuro il materiale migliore pertanto è da preferire ai materiali edili come il laterizio
  • Altro aspetto importante è dato dalle dimensioni: una canna fumaria di piccolo diametro mantenendo alta la temperatura dei fumi, ne aumenta la velocità di fuoriuscita, mentre un grande camino la rallenta
  • E’ inoltre importante evitare che il camino presenti delle sezioni orizzontali: ciò rallenterebbe il tiraggio e favorirebbe lo sporcamento
  • Un’alta temperatura dei fumi nel camino determina un buon tiraggio e inoltre evita problemi di condensa e di sporcamento
  • È necessario predisporre una presa d’aria esterna nello stesso locale in cui è installato l’apparecchio in modo da assicurare un costante ricambio di ossigeno, indispensabile per una buona combustione.

Una buona canna fumaria deve dunque assicurarci il giusto tiraggio: se dovesse risultare scarso tiraggio rallenterebbe la combustione diminuendone l’efficienza, se invece dovesse risultare eccessivo, determinerebbe un aumento del consumo di combustibile, senza apportare benefici in termini di maggior calore.

Corretta installazione canna fumaria per le stufe a pellet
Il buon funzionamento di una stufa a pellet è dato dalla corretta istallazione della sua canna fumaria. Per sfruttare al meglio il calore, la stufa andrebbe posizionata al centro degli ambienti, ma si deve sempre fare i conti sul posizionamento dello scarico dei fumi e pertanto non sempre la posizione può essere quella ottimale. Realizzare ex novo una canna fumaria per le stufe a pellet non è molto complicato: per garantire il corretto funzionamento, bisogna avere pochi e brevi tratti orizzontali inoltre non devono esserci più di tre canali di direzione, compreso il collegamento alla canna fumaria.

Preferite i tubi coibentati per la parte esterna della canna fumaria, per evitare che si formi condensa all’interno della canna fumaria: potrebbe finire nella camera di combustione e provocare una cattiva combustione del pellet.

Per approfondimento vi consigliamo la lettura dell’articolo “Canna fumaria, come funziona”

Pubblicato da Anna De Simone il 15 dicembre 2014