Il prezioso contributo green di stampanti e multifunzioni

Tasto print

Quando multifunzioni e stampanti sono green la bolletta elettrica è più leggera, si consuma meno carta, i consumabili durano di più e anche l’ambiente ci guadagna perché le emissioni di CO (anche le stampanti inquinano) sono più basse. Se ciò è importante per un ufficio si pensi a un’azienda con un ampio parco di dispositivi: il risparmio generato da una gestione più green delle stampe aziendali può raggiungere cifre davvero impensabili, soprattutto per chi non si è mai posto la domanda.

Per fortuna oggi i produttori di dispositivi per la stampa hanno capito l’importanza della sostenibilità come leva competitiva e hanno investito molto in ricerca e sviluppo di macchine più efficienti, risparmiose e meno inquinanti anche per quanto riguarda i materiali costruttivi.

L’ultima novità green nel settore arriva dalla giapponese Kyocera, che con i suoi nuovi 5 modelli FS-2100DN, FS-2100D, FS-4100DN, FS-4200DN e FS-4300DN, presenta basso valore TEC (Typical Electricity Consumption) e il costo per pagina più contenuto della loro classe, grazie all’adozione di tecnologia green e consumabili a lunga durata.

Il valore TEC della nuova famiglia di stampanti Kyocera è del 30% inferiore rispetto alla gamma precedente, alleggerendo in tal modo non solo le bollette elettriche delle aziende, ma riducendo anche le emissioni di CO. Il nuovo tamburo da 500mila pagine garantisce alle stampanti Kyocera il più basso costo per pagina della loro classe, un elemento decisivo quando i volumi di stampa sono elevati.

Anche privacy e sicurezza sono aspetti importanti quando si parla di stampa, in particolare in certi ambiti. Per questa ragione le nuove stampanti presentate da Kyocera sono tutte equipaggiate con la funzione private printing come standard e per innalzare ulteriormente la soglia della sicurezza è possibile adottare (come opzionee) un Card Authentication Kit.

Pubblicato da Michele Ciceri il 5 ottobre 2012