Contenitori per la raccolta differenziata

La raccolta differenziata è una sfida da perseguire e per agevolare la gestione dei rifiuti domestici la soluzione migliore è quella di adottare contenitori differenti per ogni classe di rifiuti.

Umido, indifferenziato, plastica… differenziare i rifiuti è semplice ma organizzarsi con le varie buste per la raccolta è difficile, soprattutto per chi non ha abbastanza spazio o chi non ha un giardino. E’ per questo che servono contenitori ad hoc. Tra i contenitori per rifiuti più alla moda, annoveriamo l’Ovetto del designer italiano Gianluca Soldi.

L’Ovetto ha debuttato sul mercato in occasione dell’edizione 2011 del London Design Festival. Ovetto è più di un semplice contenitore per rifiuti perché in un’unica struttura raccoglie più scompartimenti.

Sono tre gli scompartimenti chiusi e separati ermeticamente, ogni sezione è dedicata allo smaltimento di un rifiuto particolare: umido, plastica e indifferenziato. Questo speciale contenitore per rifiuti è realizzato per il 70 per cento con plastica riciclata.

Quello del designer Gianluca Soldi non è l’unico, sul mercato esistono numerosi contenitori per rifiuti, dalla classica forma a cassonetto fino ad arrivare a più stravaganti forme a cestello. Dei contenitori per i rifiuti meno ingombranti sono quelli che si estendono in verticale, una sorta di armadietto-pattumiera! Non mancano set di contenitori in polipropilene semirigido, ideali per organizzare la raccolta differenziata in modo funzionale, pur occupando poco spazio.

Pubblicato da Anna De Simone il 16 maggio 2013