Consigli sulla scelta del rasaerba

Con l’arrivo delle belle stagioni i lavori di manutenzione del giardino diventano più frequenti, il sole batte forte e il prato cresce più velocemente, è per questo che bisogna provvedere più spesso al taglio del tappeto erboso. Oggi vi daremo dei consigli sulla scelta del rasaerba, uno strumento che non serve solo a regolare l’altezza del tappeto erboso ma anche a migliorarne l’aspetto estetico.

Sul mercato esistono rasaerba dalla lama rotante, lama elicoidale e ancora tagliaerba di tipo mulching. In sintesi possiamo dire che per i tappeti erbosi pregiati, che non devono mai superare i 2-3 centimetri d’altezza, l’ideale è un rasaerba con lama elicoidale. Al contrario, per i tappeti erbosi del genere Lolium o Festuca, che hanno un’altezza superiore ai 3 centimetri (all’incirca 3,5 centimetri), andranno benissimo rasaerba più economici a lama rotante. I rasaerba a lama elicoidale sono più indicati se l’erbetta del prato non deve essere molto alta, da 1,5 a un massimo 3 cm di altezza.

Consigli sulla scelta del rasaerba

  •  Scegliere il modello in base alle proprie esigenze
  • Al momento dell’acquisto, fate presente al rivenditore il tipo di erbetta che compone il vostro prato
  • I rasaerba con lama rotante sono più economici e maneggevoli ma non sono adatti ai lavori di manutenzione di tappeti erbosi pregiati come il genere Poa o Agrostis
  • I tappeti erbosi pregiati vanno tagliati con un rasaerba munito di lama elicoidale
  • I rasaerba con lama elicoidale sono più costosi ma la gran parte porta un raccoglitore in grado di raccogliere l’erba appena tagliata così da evitare il lavoro di post taglio
  • Per evitare i lavori di raccolta ed eliminazione dell’erba tagliata, in commercio si trovanorasaerba con “taglio mulching”, in questo caso, il taglio sminuzza finemente gli steli d’erba che potranno essere lasciati sullo stesso prato perché, essendo molto piccoli, si degraderanno velocemente trasformandosi in humus per il vostro prato. I residui d’erba molto piccoli, saranno più disponibili all’azione di vari microrganismi.

Link di approfondimento: manutenzione giardino, quale tagliaerba scegliere?

Pubblicato da Anna De Simone il 29 aprile 2013