Confettura di melograno, la ricetta

confettura di melograno
Il melograno, frutto tipico dell’autunno, può essere considerato un super alimento grazie alle sue molteplici proprietà nutrizionali e benefiche (approfondite su Proprietà del Melograno); a quanto pare bere il succo di melograno regolarmente ogni mattina a digiuno comporterebbe una serie di benefici alla nostra salute.

La ricetta che oggi vi proporremo prevede l’impiego proprio del melograno, frutto conosciuto anche come melagrana o granata. A tal proposito ci cimenteremo nella preparazione della confettura di melograno da spalmare su pane e crostini vari.

La confettura di melograno si abbina molto bene anche ai formaggi molli, ma può essere anche impiegata per decorare i dolci.

Confettura di melograno, gli ingredienti

  • 5 melograni da circa 250 grammi l’una
  • 1 limone biologico non trattato
  • 500 grammi di zucchero di canna
  • 1 bustina di Fruttapec in proporzione 1:1
  • Vasetti in vetro con chiusura ermetica sterilizzati

Per approfondimento leggi la guida “Come sterilizzare vasetti di vetro

Confettura di melograno, la preparazione

  1. Prendete i melograni e sbucciateli, facendo attenzione a togliere del tutto la buccia e le pellicine gialle che hanno sapore amaro
  2. Fatto ciò, sgranateli e spremete il succo contenuto nei chicchi. Per tale operazione potete ricorrere allo schiacciapatate o alla centrifuga: il liquido ricavato dovrebbe pesare intorno ai 850 grammi circa
  3. Filtrate il succo e mettetelo in una pentola di acciaio poi aggiungete il succo, sempre filtrato, di mezzo limone
  4. Fatto ciò, aggiungete lo zucchero, la scorza intera gialla del limone, avendo cura di evitare la parte bianca che è amara infine la bustina di Fruttapec: è consigliabile rispettare le proporzioni indicate sulla confezione che in genere sono di 1:1
  5. Mescolate il composto con l’aiuto di un cucchiaio di legno poi fate bollire la confettura di melograno per 30 minuti circa
  6. Trascorso il tempo, spegnete il fuoco e levate la buccia di limone
  7. Prendete dei vasetti di vetro precedentemente sterilizzati e versatevi dentro il composto ancora liquido
  8. Chiudete i vasetti ermeticamente coi loro coperchi e capovolgeteli, in modo che si formi il vuoto e la preparazione duri più a lungo
  9. Dopo che i vasetti si saranno raffreddati del tutto e la gelatina di melograno avrà preso consistenza, capovolgeteli di nuovo poi apponete l’etichetta con la data di preparazione

Conservate in dispensa al riparo dalla luce e dall’umidità; da consumare entro un anno dalla data di preparazione.

Pubblicato da Anna De Simone il 27 ottobre 2014