Come usare la smerigliatrice

Come usare la smerigliatrice

Come usare la smerigliatrice: la guida al corretto utilizzo della smerigliatrice per portare a nuovo diverse superfici metalliche.

Limatura, smerigliature e politura (o lucidatura) sono lavori di pulizia molto delicati da compiere. Con la lima si eseguono i lavori di estrema precisione, quando si ha a che fare con profili complessi, mentre per superfici più estese si utilizza un mezzo più veloce: la smerigliatrice. Ecco, se in questi giorni avete programmato di tirare a nuovo il cancello arrugginito di casa o riverniciare le ringhiere, potrebbe esservi utile sapere come si usa la smerigliatrice.

Come usare la smerigliatrice

La smerigliatrice è un elettroutensile che può montare dischi rigidi o spazzole rotanti come spazzole a disco, spazzole a tazza o a pennello. Come funziona una smerigliatrice? Il principio di funzionamento della smerigliatrice è semplice e consiste nel passaggio di un corpo molto duro (il disco rigido, le setole dure della spazzola…) su un altro corpo che subendo l’azione meccanica cede via il materiale più superficiale.

La superficie da trattare deve entrare in contatto solo con la parte abrasiva del disco, cioè con la porzione più esterna. In genere, questa porzione abrasiva è data da granuli di carburo di tungsteno o silicio, annegati in una miscela di resine, i granuli sono poi armati con fibre sintetiche.

A fare la qualità di una smerigliatrice è indubbiamente l’accessorio e il suo motore ma… anche i dischi possono fare la differenza. Per usare la smerigliatrice in modo corretto assicuratevi di montare dischi integri e non usurati. Con granelli e le resine di ottima qualità si otterrà una smerigliatura migliore: considerate che il disco rotante tocca velocità importanti ed entrando in contatto con superfici dure produce calore legato all’attrito. In fondo è questo che una smerigliatrice fa: crea attrito per eliminare strati di materiale non necessari.

Come usare la smerigliatirce? Impugnate l’attrezzo in modo ben saldo, se l’apparecchio lo consente, impostate la velocità di rotazione più adeguata al vostro lavoro. Non solo la velocità ma anche la pressione esercitata sull’attrezzo dovrà essere ben graduata.

Non sempre, infatti, con la smerigliatrice si punta a eliminare grosse quantità di materiale. Per esempio, in cado di una ringhiera arrugginita, dovete passare la smerigliatrice senza applicare alcuna pressione sul metallo da trattare. In questo modo riuscirete a rimuovere le incrostazioni di sporco e di ruggine dalla superficie del metallo senza intaccarne la parte sana.

In pratica, la prima regola per usare bene la smerigliatrice è… la delicatezza! In più, se il vostro scopo è disincrostare, forse potete sostituire il disco rigido con delle spazzole metalliche da applicare sulla testina della stessa smerigliatrice.

In genere i fili delle spazzole sono rigidi e d’acciaio. Se volete usare la smerigliatrice su una sedia o un supporto più delicato, potete scegliere delle spazzole adatte ai lavori delicati come quelle in ottone, in bronzo o fibre sintetiche.

Come usare la smerigliatrice angolare

Le regole viste in precedenza sono quelle di base e si applicano su ogni tipo di smerigliatrice o disco impiegato. La smerigliatrice angolare va usata per rimuovere grandi quantità di materiali, il suo impiego non è consigliato per rimuovere incrostazioni o ruggine, piuttosto se avete la necessità di rimuovere rapidamente del materiale metallico come possono essere i cordoni di una saldatura, potete usare la smerigliatrice angolare. Questo attrezzo non è adatto ai lavori di precisione.

Può interessarvi: come verniciare il metallo

Come ottenere una superficie smerigliata e liscia

La smerigliatrice vi restituirà una superficie pulita ma non necessariamente liscia. Se avete eliminato il cordone di una saldatura o parte della ruggine sfaldata di un vecchio cancello, è probabile che il risultato ottenuto non sia soddisfacente: i lavori di precisione, infatti, vanno svolti con la limatura oppure eseguendo un passaggio successivo, quello della politura o lucidatura.

La politura è la fase finale di pulizia: vi consente di eliminare qualsiasi deposito e imperfezioni. Si può paragonare, in un certo senso, alla levigatura del legno. In pratica, grazie a uno strumento abrasivo, si eliminano le ultime imperfezioni e usando abrasivi con grana fine, si potrà ottenere una superficie liscia.

Per la politura si può usare la stessa smerigliatrice e non dovete comprare appositi attrezzi. La classica smerigliatrice angolare (se ha una regolazione della velocità e quindi si può usare a velocità non eccessive) può essere dotata di tamponi e cuffie che possono montare dischi di nylon impregnati di resina e granuli abrasivi. In questo modo la politura (che altro non è che una smerigliatura più attenta, delicata e di precisione) operata con la smerigliatrice vi potrà restituire una superficie lisca e a specchio.

Come si usa la smerigliatrice per tagliare

Nel video che segue, le istruzioni per usare la smerigliatrice per tagliare pietre o mattonelle. Al termine del video, l’utente stacca il cavo di alimentazione della smerigliatrice lasciando la presa della prolunga, presumibilmente ancora in corrente, in prossimità di una pozza d’acqua…. E’ ovvio che in casa non dovreste mai lasciare un cavo elettrico in prossimità di umidità o fonti idriche! Per il resto il video su come usare una smerigliatrice per tagliare è molto dettagliato.

Pubblicato da Anna De Simone il 28 marzo 2018