Come usare l’avena in cosmesi

come usare l'avena

L’avena è un cereale molto apprezzato non solo nella gastronomia ma anche nell’industria cosmetica per la cura e la bellezza del corpo.  Grazie alle sue virtù benefiche, i preparati a base di avena sia acquistati che confezionati con il fai da te rappresentano un vero toccasana per la pelle.

Come usare l’avena per la cura del corpo

Azione detergente e idratante

L’avena è in grado di detergere in maniera efficace e delicata qualsiasi impurità della pelle, elimina pertanto le cellule morte  nel totale rispetto del pH. Per preparare un bagno emolliente e allo stesso tempo rilassante a base di avena dovete aggiungerenella vasca una grossa manciata di fiocchi di avena. Per chi preferisce la doccia potete riempire un sacchetto di organza e passarlo con delicatezza sulla pelle umida, come una spugna.

Azione lenitiva

L’avena si rivela efficace in caso di irritazioni, eczemi, dermatiti e psoriasi ma anche in caso di acne e brufoli: basta preparare una cremina con un cucchiaino di farina di avena e acqua tiepida e applicare il composto sul brufolo lasciando agire tutta la notte.

Shampoo naturale

Con la farina d’avena possiamo realizzare uno shampoo completamente naturale da massaggiare sui capelli: basta preparare una cremina non troppo densa con l’aiuto dell’ acqua tiepida.

Maschera all’avena

Con la farina di avena possiamo realizzare una maschera viso per chi ha problemi di pelle secca e spenta. Per la preparazione basta mescolare 2 cucchiai di farina con altrettanti di acqua di rose: la consistenza deve risultare  tale da poter essere applicata senza colare. Massaggiate sul viso con movimenti circolari e lasciate in posa per 20 minuti. Trascorso il tempo, sciacquare con abbondante acqua tiepida e applicare una crema protettiva naturale

Scrub all’avena

Per realizzare uno scrub a base di avena dovete mescolare 3 cucchiai di farina di avena con 1 cucchiaio di sale marino grosso o zucchero di canna e 1 cucchiaio di olio: avrete un’azione esfoliante ma allo stesso tempo nutriente. Da applicare sulla pelle umida e lasciare in posa per 10 minuti poi sciacquare con abbondante acqua tiepida. Infine applicare una crema protettiva naturale.

Come preparare sacchetti e sapone di avena

Sacchetti all’avena per detergere

  • Se volete sostituire spugna e bagnoschiuma con il sacchetto di avena al momento di fare la doccia basta inserire in un velo d’organza o un sacchetto qualche cucchiaio di farina di avena e chiudere tutto con un nastrino ben stretto. In alternativa potete usare anche sacchetti di tela, avena in chicchi, sapone e oli essenziali.
  • In un sacchetto grande almeno quanto il palmo della mano dovete inserire 1/4 di saponetta grattugiata e 5 gocce di olio essenziale a scelta ad esempio tra lavanda, rosmarino, rosa per profumare il sacchetto se il sapone scelto è neutro o per intensificarne la profumazione.Chiudete il sacchetto all’estremità con un nastro ben stretto

Ecco il vostro sacchetto detergente pronto all’uso in vasca o sotto la doccia. Dopo averlo utilizzato, dovete avere cura di metterlo al sole o in un luogo esposto all’aria per farlo asciugare correttamente. Se notate un cattivo odore o l’avena si è in buona parte trasformata in farina dovete realizzare un nuovo sacchetto.

Saponette all’avena

Per  creare delle nuove saponette all’avena basta grattugiare del vecchio sapone o ridurlo in scaglie, far scogliere il tutto in un pentolino con acqua e poi aggiungere un paio di  cucchiai di farina di avena. A questo punto, mescolare e versare il composto ancora caldo in stampini e lasciare raffreddare e consolidare per un paio di giorni prima di sformare le saponette.

Crema mani

Per utilizzare la farina di avena come detergente per le mani, senza però cimentarsi nella preparazione della saponetta potete semplicemente riempire una saliera con farina d’avena e versarne un po’ sulle mani umide.

Pubblicato da Anna De Simone il 12 dicembre 2015