Come travasare le piante, la guida

come travasare le piante

In questa guida vi illustreremo come travasare le piante, una pratica spesso necessaria; le piante crescono e a un certo punto bisogna spostarle in vasi più capienti se vogliamo preservare il loro benessere. Già la fuoriuscita delle radici dai fori di drenaggio dei vasi, è il campanello d’allarme che la pianta sta soffrendo!

Le piante vanno travasate con molta attenzione dato che subiscono un trauma. A tal proposito vedremo come travasare le piante seguendo alcune indicazioni importanti. Può interessarti|Come travasare le piante grasse

Come travasare le piante, le indicazioni

  • Per il travaso della pianta non dovete procurarvi un vaso molto più grande rispetto il precedente, basta che sia circa un 30% più grande: si eviterà inutile spreco di terreno e di acqua. Inoltre una pianta molto più piccola del vaso non può assorbire tutta l’acqua che riceve, di conseguenza si rischia che ristagni in profondità faccciano marcire parte delle radici.
  • Prima di procedere con il travaso, sistemate sul fondo del vaso, ciottoli, pezzi di vasi d’argilla, sassolini anche raccolti per strada, per facilitare il drenaggio e aiutare l’acqua in eccesso a uscire dagli appositi fori.
  • Fatto ciò, potrete procedere al travaso della pianta versando almeno qualche centimetro di terriccio.

Come travasare le piante, procedura

  1. Levate la pianta dal vecchio vaso, facendo attenzione a non sfilare le radici
  2. Tirate la pianta fuori con tutto il terriccio del vecchio vaso
  3. Infilatela nel nuovo vaso e riempite i “buchi” laterali con terriccio nuovo
  4. Compattate e annaffiate abbondantemente.

Non dimenticare di concimare il terreno con un buon fertilizzante preferibilmente biologico.

Come travasare le piante, alcune specie
Attenzione ad alcune specie di piante, per esempio le piante primaverili come primule o petunie sono vendute in vasetti piccolissimi, pertanto vanno sistemate immediatamente subito in vasi più grandi. Se decidete di sistemarle dentro alle fioriere, bisogna lasciare molto spazio tra una piantina e l’altra, dato che tendono a crescere molto e a riempire tutti gli spazi disponibili.
Le piante grasse odiano essere travasate pertanto sarà una pratica da fare ogni tre anni.

Pubblicato da Anna De Simone il 23 maggio 2014