Come togliere lo smalto senza acetone

togliere smalto unghie senza acetone

Come togliere lo smalto senza acetone: una guida che ti spiegherà come togliere lo smalto senza acetone e senza l’impiego di sostanze troppo aggressive per la pelle e le unghie.

Lo smalto per le unghie entra ed esce dalla mia vita. Ultimamente lo sto usando davvero poco perché ho le unghie fragili e non ci ho messo molto a capire che quella fragilità era dettata proprio dallo smalto: la mia alimentazione è bilanciatissima, non ho carenze ne condizioni congenite, i miei capelli crescono molto velocemente e godo di ottima salute! Il problema doveva essere lo smalto… nell’articolo Come rinforzare le unghie in modo naturale ti ho spiegato quali sono i danni che lo smalto può causarci. Lo smalto può danneggiare le unghie in modo diretto e indiretto, infatti, ancora più dannosi per le nostre unghie sono i tentativi che facciamo per rimuoverlo, soprattutto se si tratta di togliere il semipermanente!

Se hai usato, almeno una volta, un polish per unghie, hai notato il suo odore pungente. Ti sei mai chiesta da dove proviene? In effetti quell’odore dovrebbe metterti in guardia… E’ bene interrogarsi sulla sicurezza di ciò che usiamo e di certo l’acetone non è affatto sicuro!

Prima di vedere come togliere lo smalto senza acetone è bene metterti in guardia: in commercio vi sono dei Polish e solventi per unghie che usano il toluene. Su queste confezioni si legge a grandi lettere “non contiene acetone”, ma tra gli ingredienti si nasconde un’altra sostanza tossica, il toluene. Il toluene può arrecare danni a nervi, reni e, secondo studi meno accreditati, anche al fegato. L’inalazione dei suoi vapori produce sintomi di stanchezza, nausea, confusione, disturbi alla coordinazione dei movimenti e può portare alla perdita di coscienza.

I vapori del toluene sono altamente irritanti per gli occhi, quindi se l’hai già acquistato, meglio non usarlo affatto o impiegarlo in ambienti molto aerati, non sarebbe una cattiva idea quella di togliere lo smalto affacciata alla finestra, in terrazza o fuori al balcone. Gli effetti peggiori sono per gli addetti ai lavori, chi lavora come estetista e adopera tutti i giorni solventi tossici dovrebbe stare allerta, i rischi sono molti, per esempio, un contatto regolare con il toluene può causare un’intossicazione dagli effetti euforizzanti. Ancora peggio se l’acetone è sostituito con il metanolo che può essere addirittura assorbito dalla nostra pelle causando sintomi come nausea, confusione, visione confusa e in casi estremi cecità e morte.

I solventi per unghie non sono privi di formaldeide e se acquistati online, in assenza di controlli, possono contenere una sostanza nota come DBP. Il DBP (Dibutilftalato) è noto per alterare le normali attività ormonali e potrebbe essere correlato a forme tumorali epatiche e al cancro al seno.

Questa premessa è servita per dirti che è facile togliere lo smalto senza acetone ma anche che le alternative presenti in commercio non sono poi così sicure. L’unica soluzione sembrerebbe essere quella di rinunciare per un po’ allo smalto ma se proprio non puoi, ti segnalo dei polish nascosti negli ingredienti che hai in casa.

Purtroppo ci sono “solventi” un po’ in tutti i prodotti. Se hai un deodorante spray puoi spruzzarlo sulle unghie e strofinarci un batuffolo di cotone. Questo metodo non funziona con qualsiasi tipo di deodorante ma con un buon numero di questi!

Hai mai sentito la frase “il simile, scioglie il simile”? Ecco! Applica un po’ di top cot e prima che possa asciugarsi sfrega un batuffolo d’ovatta sull’unghia, verrà via anche lo smalto. Anche la lacca per capelli potrebbe esserti d’aiuto.

Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirmi su Twitter, aggiungermi su Facebook, tra le cerchie di G+ o vedere i miei scatti su Instagram, le vie dei social sono infinite! :)

Pubblicato da Anna De Simone il 27 luglio 2015