Come sfiatare i termosifoni

Come sfiatare i termosifoni

Come sfiatare i termosifoni: istruzioni su come si esegue lo spurgo dei termosifoni per riempire d’acqua, in modo uniforme, l’intero circuito dei caloriferi.

Ormai l’autunno si avvicina, prima che le temperature si abbassino repentinamente è opportuno fare qualche lavoro di manutenzione della caldaia così da controllare che tutto sia in regola. Tra i lavori di manutenzione standard rientra lo spurgo dei termosifoni. Un circuito ricco d’aria di certo non può garantire una buona efficienza.

I termosifoni, se non spurgati, possono creare problemi al riscaldamento domestico, il motivo? In genere dipende dall’aria che si forma all’interno dei radiatori.

La presenza di bolle d’aria nel circuito dei termosifoni, non consente un riscaldamento omogeneo nella zona alta del radiatore e in alcuni casi, provoca un fastidioso rumore di caduta d’acqua. Ogni autunno, prima di mettere in funzione la caldaia e attivare i termosifoni, è opportuno eseguire uno spurgo. Come togliere l’aria dai termosifoni? Niente di più semplice! Vi basterà agire sulla valvola di sfiato così come vi spiegheremo in seguito.

Prima di vedere come sfiatare i termosifoni rispondiamo ad alcuni quesiti preliminari.

Lo spurgo dei termosifoni si fa a caldo o a freddo?

Sarebbe meglio eseguire lo spurgo a freddo. E’ necessario spurgare i caloriferi con la caldaia spenta già da un’ora. Per sfiatare i termosifoni vi basterà azionare la valvola di sfiato.

Si possono sfiatare i termosifoni senza valvola di sfiato?

Se vi state chiedendo come sfiatare i termosifoni senza valvola di sfiato, siete fuori strada! Solo i modelli molto vecchi sono privi di valvola di sfiato. Se questo è il vostro caso, vedete l’ultimo paragrafo.

Tutti i termosifoni hanno una valvola di sfiato, in genere posta sul lato opposto della valvola termostatica.

Se non avete la chiave per aprire la valvola di sfiato, vi consigliamo di comprarla. Una chiave costa pochi euro e ha misure universali. La valvola di sfiato, infatti, ha un diametro di 5 mm.

sfiato termosifoni spurgare termosifoni

Se proprio non volete comprare la chiave per aprire la valvola di sfiato, potreste forzare la mano e togliere l’aria dai termosifoni usando una pinza, tuttavia rischiate di danneggiare la stessa valvola e causare perdite. Vi conviene davvero rischiare? Per pochi euro?!

Se non sapete dove reperire una chiave per valvola di sfiato, vi basterà recarvi in un negozio di termoidraulica o sfruttare la compravendita online. Su Amazon, una coppia di chiavi per aprire e stringere le valvole termostatiche dei termosifoni si compra al prezzo di 3,64 euro e spedizione gratuita.

Per tutte le informazioni vi rimandiamo alla pagina del prodotto: chiave per valvole dei caloriferi.

La chiave indicata è quella standard, realizzata in acciaio. In genere, al momento dell’installazione dei caloriferi, in dotazione l’installatore vi lascia queste chiavi… tuttavia non tutti le conservano! Se l’installatore non è chiaro, capita che il padrone di casa ne sottovaluti l’utilità e finisca per smarrirle.

Come sfiatare i termosifoni, la procedura

Ecco la procedura, passo dopo passo, per eliminare l’aria dai termosifoni. Iniziate a sfiatare i termosifoni partendo da quello più vicino alla caldaia.

Al lato del termosifone vi è un piccolo rubinetto (la valvola di sfiato), apritelo con l’apposita chiave ma solo dopo aver posto sotto un contenitore.

All’apertura della valvola, sentirete l’aria che esce. Aspettate fino a che non arriva l’acqua, dapprima con poche goccioline e poi con flusso fluido. Chiudete quando l’acqua fluisce senza interruzioni d’aria.

Come riempire d’acqua i termosifoni e portare a pressione il sistema

Attenzione!
Chi abita in condominio con riscaldamento centralizzato deve saltare questa procedura.

Dopo aver tolto l’aria dai termosifoni, recatevi nel locale caldaia, è giunto il momento di riempire di nuovo d’acqua il circuito dei termosifoni e portare a pressione il sistema.

Sul pannello frontale della caldaia, vi è il manometro che indica la pressione dell’impianto. Il manometro è di forma circolare e ricorda vagamente il contagiri della macchina. Il manometro dispone di una freccia che vi indicherà la pressione dell’acqua posta all’interno del circuito dei termosifoni. Nel manometro è indicato un livello minimo e un livello massimo di pressione, la lancetta, nell’ideale, deve trovarsi nel range interposto tra il massimo (in rosso) e il minimo (in nero).

La freccia, per indicare una buona pressione deve essere posta tra il numero uno e il numero due del manometro. Se così non fosse, aprite con cautela il rubinetto di carico dell’acqua della caldaia che solitamente è posto sotto la caldaia stessa.

Controllate che la lancetta del manometro salga fino a stabilizzarsi, facendo attenzione che la pressione non superi i 2,5 BAR delimitata solitamente da una fascia rossa.

Sfiatare i termosifoni del riscaldamento centralizzato

Per sfiatare i termosifoni di un riscaldamento centralizzato dovete agire come descritto in precedenza ma poi non dovrete riempire il circuito d’acqua.

Il riscaldamento è centralizzato, infatti, non richiede operazioni extra. La caldaia del condominio si ricarica d’acqua automaticamente, in caso contrario bisognerà rivolgersi all’amministratore del condominio che provvederà a chiamare il tecnico della caldaia.

Termosifoni senza valvola di sfiato

Se il vostro termosifone è sprovvisto dell’apposita valvola di sfiato, dovete individuare un tappo alternativo, in genere posto a destra o comunque nella parte alta del termosifone.

In alternativa potete recarvi presso un rivenditore specializzato per comprare una valvola uguale ma provvista di sfiato così da sostituirla e provvedere a sfiati più agevole negli autunni successivi.

Pubblicato da Anna De Simone il 3 settembre 2017