Come segnalare sprechi al governo

ll Governo si appella direttamente al popolo italiano per segnalare gli sprechi e per suggerire i tagli più efficaci da effettuare per ridurre la spesa Pubblica. Il Governo dunque ha deciso di coinvolgere i cittadini nella revisione della spesa Pubblica attraverso un apposito sito web. Questo servizio online dà la possibilità a ogni utente di avanzare la propria segnalazione che probabilmente sarà verificata e magari riceverà anche una risposta.

Si tratta dell’ultima iniziativa dell’esecutivo di Mario Monti per la riduzione delle spese dopo la nomina di Enrico Bondi, ex risanatore di Parmalat, al ruolo di commissario per la revisione della spesa Pubblica.

Come segnalare sprechi al Governo. Il sito
Vi è un modulo da compilare sul sito del Governo nella sezione “Esprimi la tua opinione”: da inserire prima una serie di dati personali come nome, indirizzo e email e poi segnalare gli sprechi al Governo che voi ritenete tali.

A giudicare da come sta andando il nostro Paese, è facile immaginare che le segnalazioni sono tantissime.
Appena è stato attivato, è stato sommerso da un’infinità di messaggi da parte dei cittadini. Fonti ufficiali, fanno sapere che ne arrivano più di 20.000 al giorno.

Perché una partecipazione così forte da parte degli Italiani per segnalare sprechi al Governo?
È ovvio! i cittadini in questo modo, si sentono finalmente coinvolti nel poter far sentire attraverso il web, la propria voce. inoltre sono troppo stanchi di essere tartassati da tasse o magari di essere circondati da persone che sperperano danaro pubblico in opere mai concluse o progetti mai attuati.
Una vera apertura nei confronti della popolazione, sempre però che si riveli efficace!

Unico dubbio! Questo è un governo di tecnici che nomina dei tecnici  e poi chiede alla popolazione di fare il lavoro che dovrebbero fare i tecnici?
Intanto ecco il  modulo online da compilare nelle sue varie componenti per chi intende segnalare sprechi al Governo.

Pubblicato da Anna De Simone il 11 gennaio 2013