Come Sbucciare cipolle senza piangere

Come Sbucciare cipolle senza piangere

Come Sbucciare cipolle senza piangere, ce lo si chiede spesso, visto che sono un ingrediente molto facile da trovare nelle ricette e allo stesso tempo il doverlo inserire in un piatto comporta una serie di inconvenienti. Il primo fra tutti sono le lacrime da cipolla che, assieme a quelle di coccodrillo, sarebbe meglio evitare.



Come Sbucciare cipolle senza piangere velocemente

Per capire Come Sbucciare cipolle senza piangere è bene sapere perché ciò accade, questo ci può aiutare a trovare trucchi e rimedi. Mentre si sviluppano le cipolle assorbono zolfo, ciò le porta a rilasciare una sostanza detta allinasi e dei gas che irritano gli occhi al momento della loro sbucciatura.

Nessuna tristezza, nessun momento di commozione, quindi, ma solo una reazione fisica al contatto o alla vicinanza di queste sostanze.

Come Sbucciare cipolle senza piangere

Per non perdere troppo tempo e capire subito Come Sbucciare cipolle senza piangere iniziamo a tenerle lontane dal viso evitando di sfregare gli occhi dopo che le abbiamo toccate, badando di sbucciare la cipolla prima di affettarla e di disfarsi della buccia stessa il prima possibile. Ovviamente ricordandoci che la raccolta differenziata è importante ed essa va nell’umido. Prima di dividere a metà e poi a fettine la cipolla, bagniamola sotto l’acqua

fredda, anche dopo il primo taglio, immergiamola di nuovo lasciando a bagno la parte che non maneggiamo subito. Una volta imparato Come Sbucciare cipolle senza piangere e aver sbucciato e tagliato la prima metà, possiamo replicare con la seconda badando di mettere i pezzettini ottenuti in una padella con coperchio.

Come Sbucciare cipolle senza piangere

Come Sbucciare cipolle senza piangere: il trucco

Ci sono numerosi trucchi su Come Sbucciare cipolle senza piangere ma quelli che si dimostrano più efficaci sono due, semplici e pratici. Il primo consiste nel conservare la cipolla per un quarto d’ora in frigorifero prima, per poi sciacquarla sotto l’acqua fredda e, finalmente, mettersi al lavoro.

Il secondo trucco su Come Sbucciare cipolle senza piangere è ancora più “estremo”: facciamolo direttamente sotto il rubinetto, cercando di non sprecare troppa acqua! Meglio usare un catino.

Come Sbucciare cipolle senza piangere: consigli

I rimedi della nonna su Come Sbucciare cipolle senza piangere si possono trovare ovunque, su libri e riviste, on line e anche chiacchierando con cuochi provetti. Ad esempio c’è chi sostiene che la migliore procedura sia quella di accendere una candela vicino al tagliere prima affettare perché la fiamma attirerebbe i gas fastidiosi.

Se ci stiamo chiedendo Come Sbucciare cipolle senza piangere e abbiamo i minuti contati, riempiamo un bicchiere di acqua e aceto dividendo l’ortaggio in due o quattro parti e spruzzando il mix sulla polpa in modo da “disattivare” i gas nocivi.

Come Sbucciare cipolle senza piangere

Come Sbucciare cipolle senza piangere: ricette

Quando impariamo, Come Sbucciare cipolle senza piangere e siamo in grado di farlo con disinvoltura, veniamo premiati con la bontà delle ricette che contengono questo ingrediente. E allora possiamo sbizzarrirci con piatti semplici e vincenti come la frittata di cipolle, con la variante che ricorda le tapas spagnole, la frittata patate e cipolle, la tortilla de patatas.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+, Instagram

Articoli correlati che possono interessarvi:

Pubblicato da Marta Abbà il 20 gennaio 2017