Lampade per piante

lampade per piante

Lampade per piante da interno: come scegliere lampade o LED per la coltivazione indoor. Le lampade più adatte al tipo di pianta.

La coltivazione indoor ci consente di ottenere specie che non si adattano al nostro clima. Con la coltivazione indoor possiamo controllare la temperatura e la quantità (e qualità) di luce somministrata alle piante.

Coltivazione canapa indoor

Con la coltivazione indoor si possono coltivare piante autofiorenti, piante carnivore, piante tropicali di ogni sorta ma anche canapa o marijuana. Per le “piante di Maria” però, vi è un chiaro limite legislativo, in particolare degli articoli 425 – 428 del Codice di procedura penale. Nonostante sia vietato coltivare canapa indoor, molti utenti continuano a farlo anche consolati dalla sentenza della corte di cassazione di Siracusa.

La Corte di Cassazione, sesta sezione penale, nella sentenza 40030 del 26 settembre 2016, ha deciso il “non luogo a procedere” per un signore di Siracusa trovato con una piantina di canapa sul terrazzo, la pianta era più alta di un metro ma la Corte di Cassazione non ha applicato alcuna pena perché ha riconosciuto “l’uso personale” anche se la pianta era circa 400 grammi, ben oltre i 25 grammi concessi dalla legge! Insomma, uno spiraglio per chi vuole coltivare canapa con lampade per la coltivazione indoor.

Coltivazione indoor:
lampade per piante

Per la coltivazione indoor non è possibile usare le normali lampade fluorescenti a luce bianca perché le piante sono più sensibili ad altre frequenze di colore. In particolare, le piante necessitano di lampade in grado di emettere frequenze del rosso e del blu, situate agli estremi dello spettro luminoso.

Mentre la luce nello spettro del rosso stimola la crescita vegetativa, quella blu aiuta a registrare il massimo assorbimento di luce della clorofilla ed è adatta per la fase vegetativa e per la fotosintesi clorofilliana.

Le lampade per le piante che troviamo in commercio sono “specifiche” per le coltivazioni indoor proprio perché sono in grado di emettere sia luce blu che luce rossa.

Lampade a Led per piante

Negli ultimi tempi si stanno diffondendo anche lampade con tecnologia a LED. Le lampade a led consentono coltivazioni indoor con consumi ridotti, una maggiore durata rispetto alle altre lampade e con un ulteriore vantaggio: le lampade a led possono essere poste in posizioni ravvicinate alle piante perché la luce emessa è fredda. L’unico svantaggio delle lampade a led per piante è il costo iniziale d’acquisto che è maggiore.

Oltre ai più recenti led per coltivazione indoor, le lampade usate sono:

  • lampade compatte fluorescenti, CFL
    Sono le più economiche, adatte alla crescita vegetativa ma meno adatte alla fioritura.
  • Lampade agli alogenuri metallici, HQI
    Adatte alla crescita vegetativa e meno adatte alla fioritura.
  • Lampade ad alta pressione di sodio (HPS) 
    Sono le più adatte per la fioritura.
  • Lampade tipo Agro o Grolux 
    Sono adatte sia per la fase fotosintetica, sia per la fase vegetativa. Buone anche per la fioritura. Le lampade Agro sono dotate sia di spettro rosso che di spettro blu.
  • Lampade LED 
    Le lampade a led per piante sono quelle più costose ma anche le più complete. Emettono luce in tutti gli spettri e alcune sono programmabili, cioè possono prediligere uno spettro luminoso piuttosto che un altro così da poter essere sempre specifiche nelle varie fasi vegetative della pianta.

Lampada per piante, prezzo

Come premesso, il costo delle lampade varia in base alla tecnologia oltre che in base alle dimensioni.

Partiamo dalle più costose. Una lampada a LED dalle dimensioni di 40 x 21 x 6 cm si compra su Amazon al prezzo di 92,99 euro con spese di spedizione gratuite. Lo stesso prodotto, presso vivai e rivenditori specializzati, non si trova a meno di 120 euro.

Link utili da Amazon: LED Grow indoor

La lampada a led segnalata dispone di luce rossa, luce bianca, luce blu (luce UV e luce infrarossi), quindi si adatta alla fioritura e alla fase vegetativa. Non è programmabile. Tra i suoi vantaggi segnaliamo che vede un consumo reale molto basso, assorbe solo 145 watt. Una lampada dalla medesima potenza ma con tecnologia HPS assorbirebbe 400 watt.

Chi vuole risparmiare sul prezzo d’acquisto e ottenere ugualmente un prodotto versatile (adatto alla fioritura e alla fase vegetativa), può puntare sulle lampade Agro o Grolux. I consumi in bolletta si faranno sentire ma il costo iniziale è di gran lunga inferiore, si parte da poche decine di euro. Per tutti i prezzi vi rimandiamo alla pagina Amazon dedicata: Agro o Grolux.

Pubblicato da Anna De Simone il 20 gennaio 2017