Come riciclare la cenere del camino

come riciclare la cenere del camino

In pieno inverno i camini lavorano a pieno regime per farsì che ogni stanza della casa sia riscaldata nella maniera adeguata. Chi possiede un camino di certo fa un po’ invidia ma ha alcune pecche:ogni mattina bisogna accendere il fuoco; la fiamma deve essere all’occorrenza ricaricata….e poi c’è la cenere: cosa fare di quel mucchietto di polvere rimasta sul fondo del camino?


A tal proposito illustreremo come riciclare la cenere del camino dandovi preziosi suggerimenti. Scoprirete come questa polverina magica, trasformerà un noioso lavoro in un risparmio per le vostre tasche!

Come riciclare la cenere del camino, le indicazioni

La a cenere è davvero un ottimo fertilizzante, in grado di aiutare lo sviluppo e la crescita, per le piante del giardino o del terrazzo, sia usata da sola che mescolata al terreno o ad un compost.
Ovviamente, prima di utilizzarla, occorre accertarsi che la cenere sia completamente fredda, priva di carboni accesi e che non provenga dalla combustione di legno trattato, laccato o verniciato, onde evitare danni per la salute!

Un altro modo per riciclare la cenere, è invece quello della preparazione della lisciva (o liscivia), un sapone naturale, per la pulizia di diverse superfici della casa e del bucato, con risultati davvero sorprendenti!
Questo sapone, si prepara, mescolando semplicemente, la cenere con l’acqua, in rapporto di 1 a 5, filtrando poi il composto, onde ottenere una pasta morbida.

Da non sottovalutare inoltre, che tale sapone è completamente naturale, privo di sostante tossiche o inquinanti: assolutamente ideale per donne in gravidanza, bambini, persone allergiche, eccetera ma più in generale perfetto per la salute di chiunque!
La cenere è poi, un un ottimo elemento, per la pulizia dell’acciaio, semplicemente ponendone un paio di cucchiaini, in un contenitore con dell’olio di oliva, mescolando, onde ottenere un composto morbido, utilizzando quindi la crema ottenuta, per strofinare con una spugna, la superficie in acciaio, da pulire.
Lucida in ultimo, l’acciaio pulito, con un panno morbido ed asciutto.

In ultimo, può essere posta, nelle vaschette tipo bagnetti interni, nelle gabbiette dei canarini o di altri animali, quale disinfettante naturale, per questi animali, che adorano farsi in tal modo il “bagnetto”!

Insomma, decisamente dei modi interessanti, per riutilizzare una “polverina”, che si riteneva destinata alla spazzatura: non resta che provare e scegliere come riciclare la cenere derivata dal proprio riscaldamento: buon lavoro!

Pubblicato da Anna De Simone il 6 febbraio 2015