Come preparare i passatelli

passatelli

Passatelli possono essere un ottimo alleato nella lotta agli sprechi alimentari. Si tratta di un piatto originario dell’Emilia Romagna, facile da preparare e… a base di avanzi.

Sono molti i modi per risparmiare in cucina, si può cucinare con la lavastoviglie, sfruttare al meglio il calore emesso dal forno e ridurre al minimo gli sprechi alimentari. Oggi parliamo di pane raffermo. Sono molte le persone abituate a mangiare solo pane fresco. Chi vive da solo non deve rinunciare al pane fresco, questo, una volta acquistato, può essere tagliato a fette e congelato in porzioni mono-dose da scongelare al momento del bisogno. Quando il pane è ormai raffermo può essere tostato e servito con bruschette condite con olive, pomodori, mais, tonno… può dare vita alle croccanti freselle napoletane oppure può diventare l’ingrediente principale dei Passatelli.

Gli ingredienti per quattro persone:
200 grammi di pane raffermo grattato finemente
200 grammi di parmigiano reggiano grattugiato
20 grammi di burro
35 grammi di farina
4 uova
2 litri di brodo
noce moscata e sale quanto basta
pepe a piacere

passatelli vanno impastati mescolando uova, pane e 150 grammi di formaggio parmigiano Reggiano. Aggiungere burro, farina, sale, pepe e noce moscata. Avvolgete l’impasto in una pellicola trasparente e lasciate riposare per almeno 20 minuti. Nell’attesa, preparate 2 litri di brodo preferibilmente a base di cappone. Portate a bollore il brodo.

Se disponete dell’apposito ferro, proseguite con la realizzazione della classica forma dei passatelli, in alternativa potete inserire l’impasto in una schiacciapatate di cui dovrete usare il disco dai fori più grossi. Inserite il composto nella schiacciapatate pressate il composto fino a ottenere delle strisce lungo circa un dito. I passatelli così preparati dovranno cadere direttamente nel brodo. Portate a cottura e servite nelle fondine con brodo e con un’abbondante grattugiata di formaggio.

Pubblicato da Anna De Simone il 10 ottobre 2013