Come praticare yoga a casa

Come praticare yoga a casa

Come praticare yoga a casa: una guida che vi introdurrà al mondo degli esercizi Yoga da fare in casa. Tecniche di respirazione e rilassamento yoga.

Quella dello yoga è un’arte antica capace di apportare benefici sia al corpo, sia alla mente. Ci sono decine di evidenze scientifiche a sostenere i molteplici benefici dello yoga, tanto che questa pratica può essere considerata un potente rimedio naturale di benessere. Lo yoga è ai primi posti tra le discipline olistiche ed è davvero alla portata di tutti: si può praticare anche in casa. La nostra guida, come praticare yoga a casa, non vuole assolutamente essere un punto di arrivo nel vostro approccio al mondo yoga, bensì uno stimolo, un punto di inizio che possa gettare le basi alla pratica yoga in casa.

Se intendete praticare yoga a casa per dimagrire, avete avuto l’intuizione giusta: iniziate con la posizione del cammello che ho descritto nell’articolo Yoga per dimagrire.

Respirazione nello yoga

Prima di cominciare a praticare yoga in casa, bisogna padroneggiare con le tecniche di respirazione yoga e con le posizioni yoga di base. Nella pratica yoga, le tecniche di respirazione più utilizzate sono due:

  • respirazione profonda
  • respiro di fuoco 

Le tecniche di respirazione yoga non ci servono soltanto durante lo svolgimento degli esercizi. Quando siamo sotto stress, possiamo concederci una pausa mentale così da fermarsi a respirare.

La respirazione profonda, in un momento di stress, ha un effetto calmante, rilassante e schiarisce la mente portando una ventata di consapevolezza interiore; attenzione, non arriva tutto improvvisamente, l’autoconsapevolezza si acquisisce mediante la meditazione e gli stessi esercizi yoga. Alcuni esercizi per fare yoga in casa che vi insegneranno a respirare eseguendo le posizioni base dello yoga, sono disponibili alla pagina intitolata Esercizi di Respirazione Yoga. L’articolo vi indicherà come assumere la posizione della roccia, asana di base.

Mantra e yoga: le frasi che guariscono

Nella pratica dello yoga Kundalini si consiglia spesso di far precedere gli esercizi yoga da una recitazione di un mantra. Ripete determinati frasi, aiuterebbe a stabilizzare il corpo e a sintonizzarsi con la propria guida interiore, con il proprio Io profondo.

Tra i mantra più utilizzati che consiglio da recitare tra una sequenza e l’altra degli esercizi yoga in casa, vi è “Ong Namo Guru Dev Namo”, questo mantra è un richiamo alla propria Guida interiore e significa “Chiamo lo Spirito Universale, chiamo la guida sempre presente”.

Così come la respirazione, i movimenti e le posizioni, anche i mantra yoga devono essere impiegati in modo corretto. Quando emettete il suono “ng” concentratevi sulle sopracciglia e ripetete il Mantra sentendolo all’ombelico che si avvicina leggermente alla spian dorsale al suono della “o” allungata di Ong. All’inizio il suono della vostra voce non vi sembrerà naturale, anzi, sarà artificioso… significa che dovete esercitarvi ancora fin quando l’intero Mantra non assumerà un suono del tutto naturale.

Asana: foto, schede e illustrazioni

Come ogni pratica che interessa il nostro corpo, anche lo yoga ha bisogno di guide esperte che controllino la corretta esecuzione delle varie posizioni (asana), tuttavia, chi non vuole impegnarsi con lezioni private, può sfruttare foto degli asana, schede descrittive e istruzioni dettagliate reperite nel web o in manuali specializzati.

Per un apprendimento più attento degli asana, piuttosto che girovagare nel web, vi consiglio di acquistare un libro di testo contenente illustrazioni e istruzioni. Tra i vari libri presenti in commercio consiglio “Yoga. Manuale per la pratica a casa“, nato proprio per chi vuole praticare yoga in casa in piena autonomia. Il manuale non rappresenta una prima infarinatura così come questa nostra guida: il manuale contiene la chiave per assumere correttamente le 12 posizioni di base dello yoga, non vi sarà mostrata solo la posizione definitiva ma anche i vari passaggi per riuscire ad assumerla. Agli asana di base, sono associati esercizi correlati volte a sfruttare i benefici dello yoga.

Quando avrete familiarizzato e acquisito padronanza delle posizioni di base dello yoga, potete dedicarvi all’apprendimento di altre posizioni ed esercizi mediante l’impiego di testi più dispersivi. Altrettanto valido è il libro “Yoga, piccola guida a posizioni, esercizi, respirazione e meditazione” ma si tratta di un testo molto concentrato che rischia di essere troppo dispersivo, soprattutto per chi si approccia alla pratica yoga in casa con troppo entusiasmo! :) Questo secondo libro contiene 60 schede illustrate delle posizioni yoga per la meditazione, la respirazione, rafforzare, rilassare o distendere la muscolatura. E’ molto utile ma ne consiglio l’acquisto solo dopo aver terminato e acquisito la padronanza con i 12 asana del manuale precedente.

Altri articoli che potrebbero interessarti

Pubblicato da Anna De Simone il 2 ottobre 2016