Come lavare i piumini

Come lavare i piumini

La piuma d’oca, così come quella d’anatra, sono molto usate per la produzione di giacche, piumini, imbottiture per cuscini e coperte. In genere chi acquista un capo in vera piuma d’oca o d’anatra, cerca di posticipare il più possibile il momento del lavaggio; sì, ma non si può rimandare per sempre. Quando quel momento arriva e devi lavare il piumino, sai cosa fare? Te lo spieghiamo noi.

Premessa: i consigli che trovi in questa pagina sono validi sia per giacche, coperte e piumini realizzati con piuma naturale. In più, ti anticipiamo che non è importante solo come lavare questi capi ma anche il detergente che usi e come li asciughi.

Come lavare la piuma d’oca in lavatrice

Ogni capo ha le sue esigenze, quindi, prima di prendere qualsiasi iniziativa, dai un’occhiata all’etichetta del tuo piumino. Troverai dei simboli riportati in basso.

lavaggio piuma d oca

I primi tre simboli sono legati al lavaggio e rappresenta un secchio stilizzato. Nel primo caso, il piumino si può lavare in lavatrice, nel secondo caso (secchio sbarrato) il piumino vuole solo un lavaggio a secco. Nel terzo caso (secchio con mano) il piumino può essere lavato solo a mano.

A questo simbolo troverai associato un numero che indica la temperatura massima tollerata dalla piuma d’oca. Per i piumini, in genere, si consiglia:

  • Lavaggio a freddo
  • Lavaggio a 30°
  • Lavaggio a 40°

Il piumino si può candeggiare? No e in genere si sconsiglia qualsiasi detersivo a base di cloro. A fornirci informazioni sul candeggio è il triangolo. Se il triangolo è vuoto, allora via libera all’uso di candeggina. Se il triangolo riempito con due linee oblique, puoi usare una candeggina all’ossigeno. Il triangolo sbarrato è probabilmente il simbolo che ti ritroverai sul tuo piumino in quanto i tessuti di rivestimento non tollerano il candeggio.

Infine, passiamo ai simboli con il cerchio nel quadrato. Questi rappresentano l’asciugatrice. Il piumino si può asciugare nell’asciugatrice? In genere questa pratica è consigliata solo per particolari capi in piuma d’oca perché tale materiale predilige un’asciugatura al naturale. Tornando ai simboli della lavatrice:

  • Se c’è un punto centrale, dovrai usare temperature ridotte
  • Se ci sono due puntini, puoi asciugarlo con temperature normali
  • Se il cerchio è sbarrato non puoi usare l’asciugatrice

Se noti altri simboli, ti invitiamo a leggere: simboli in etichetta.

Piumino, come lavarlo a mano o in lavatrice

E’ chiaro che molte informazioni su come lavare il piumino sono contenute nel piumino stesso! Sbricia l’interno della fodera e cerca l’etichetta per avere info sul lavaggio possibile

Lo scopo del tuo lavaggio deve essere solo uno: preservare l’elasticità delle piuma e non far perdere alle piume la forma e la naturale morbidezza.

Per questo, non dovrai prestare attenzione solo al tipo di lavaggio ma anche al detersivo. I detersivi comuni non sono adatti ai piumini perché tendono a irrigidire e indurire le piume. Se vuoi che le piume rimangano soffici e vaporose impiega un detersivo specifico. Tra i tanti presenti in commercio, per esperienza diretta, ti segnaliamo il “Down Wash Heitmann”, è un prodotto tedesco poco pubblicizzato infatti una confezione si compra su Amazon solo con 6,97 euro. Non mancano altri detersivi per piuma d’oca ma il costo si aggira intorno ai 10 euro.

Per tutte le info ti rimandiamo alla pagina Amazon: Heitmann flacone.

Per trasparenza, ti diciamo che IdeeGreen.it non ha alcun legame con il produttore dei del detersivo per piumini citato, quindi sentiti libero di scegliere il detergente che più ritieni valido.

Come lavare i piumini in

Chiariti i punti principali relativi alla temperatura di lavaggio e al lavaggio, passiamo subito alla guida su come lavare i piumini in lavatrice.

  1. Imposta un programma con acqua appena tiepida (20° o 30°)
  2. Carica la lavatrice con un detersivo dedicato ai piumini e ai capi imbottiti come quello mostrato in precedenza
  3. Se è l’unico capo, aggiungi un paio di asciugamani nel cestello oppure 3-4 palle da tennis.
  4. Avvia il lavaggio disattivando la centrifuga oppure, se permessa nell’etichetta, imposta al minino (400 – 600).

L’asciugatura è una fase importante:

  • Fai asciugare il piumino completamente disteso, quindi non appenderlo sullo stendi-biancheria come faresti con gli altri capi.
  • Il piumino deve essere quanto più aperto e disteso possibile altrimenti le piume tenderanno ad accumularsi solo in alcune zone, spinte dal peso dell’acqua.
  • Non asciugare il piumino al sole e soprattutto non esporto a dirette fonti di calore come il termosifone.
  • Poni il piumino ad asciugare in una zona ben arieggiata.

Se invece vuoi lavare il piumino a mano puoi:

  • Usare un detersivo specifico come quello segnalato in precedenza.
  • Mettere a bagno il piumino nella vasca o in un grande contenitore.
  • Risciacquare il piumino abbondantemente e in più riprese. Per avere un buon risultato, pari a quello che ti darebbe il lavaggio del piumino in lavatrice, preparati a fare 6 – 7 riprese di risciacquo.
  • Ricorda che per il lavaggio a mano avrai bisogno di grosse quantità d’acqua.

Se ti è piaciuta la nostra guida su come lavare i piumini, potrai apprezzare anche le altre istruzioni su:

Se hai acquistato il tuo piumino da decathlon, anche questo grande distributore ha messo a disposizione una guida al lavaggio dei suoi piumini. Per completezza ti proponiamo anche il suo video su come lavare i piumini.

Pubblicato da Anna De Simone il 25 settembre 2018