Come installare un termoconvettore

installare termoconvettore

Come installare un termoconvettore. termoconvettori, come intuibile dal nome, sono dei sistemi di riscaldamento che trasmettono calore solo per convezione naturale. I termoconvettori non hanno ventole e per funzionare non necessitano di elettricità, ecco per il montaggio di un termoconvettore risulta particolarmente semplice!

Un termoconvettore non necessita di alcun collegamento alla rete elettrica, la batteria di scambio termico dei modelli di ultima generazione ha un discreto contenuto d’acqua così da rendere più efficiente il riscaldamento: si ha un immediata sensazione di calore e il pannello anteriore non si surriscalda come capitava con i vecchi termoconvettori.

I moderni termoconvettori hanno consumi minimi e chi punta a un sistema di riscaldamento a basse emissioni (e dal gran risparmio!), può installarlo in casa in abbinamento al solare termico o al geotermico. In commercio esistono termoconvettori in una vasta gamma di dimensioni e potenze. Esistono anche modelli da fissare alla parete o termoconvettori a pavimento. Di seguito vedremo come montare un termoconvettore.

Come installare un termoconvettore
Per il montaggio è sufficiente rimuovere il vecchio termoconvettore con il vecchio radiatore e praticare (se già presenti in casa), oppure praticare direttamente quattro fori nel muro per il montaggio dello schienale tramite tasselli. Allo schienale andrà fissata la batteria e si dovranno effettuare i dovuti collegamenti idraulici.

Lo schienale è concepito in modo da limitare le dispersione attraverso la parete quindi si consiglia di maneggiarlo con cautela e non danneggiarlo in alcun modo.

Cosa vi occorre per installare un termoconvettore 
-termoconvettore a pavimento o a parete
-tasselli espandibili
-un trapano con miccia da muro
-avvitatore

  1. Smontate il precedente apparecchio
    non è necessario svuotare l’impianto ma dovrete raccogliere l’acqua contenuta nel vecchio radiatore e, se in testa ai tubi dell’impianto preesistente ci sono le valvole, chiudetele.
  2. Fissaggio preliminare
    Utilizzate la dima prestampata sull’imballo per il fissaggio a pavimento, oppure lo schienale di lamiera zincata per il fissaggio a parete. Contrassegnate i punti di foratura per l’inserimento di quattro tasselli a espansione dal diametro di 8 mm.
  3. Praticate i fori e puliteli e avvitate lo schienale tramite i fori asolati. Nell’avvitare le viti ai tasselli, fermatevi a metà corsa e solo alla fine bloccate lo schienale zincato alla parete.
  4. Fissate lo scambiatore sullo schienale tramite i due perni di aggancio.
  5. Montate i due convogliatori di flusso sfruttando gli appositi incastri posto sulle spalle dello stesso scambiatore.
  6. Avvitate le ultime due viti a corredo.

Pubblicato da Anna De Simone il 15 settembre 2014