Come essiccare le piante aromatiche

come essiccare le piante aromatiche

Poter coltivare le piante aromatiche in giardino oppure sul balcone ci da la possibilità di poter avere in cucina ingredienti molto utili, biologici e a km zero. Spezie quali il basilico, il rosmarino, la menta, l’origano le utilizziamo sempre: sulla pizza, sulle patate al forno, sul pomodoro, sul pesce…. sia fresche che essiccate.
Le spezie rendono i piatti più saporiti; conferiscono aroma e gusto permettendo di ridurre l’impiego del sale da cucina il cui abuso porta spesso a patologie da non sottovalutare. Ma non sono solo buone, sono anche salutari, contengono infatti vitamine e sali minerali. A tal proposito vi rimandiamo all’articolo ” Le proprietà salutari delle piante aromatiche”
Perché non provare ad essiccarle in casa? Si tratta di un’operazione molto semplice; in questo caso si conserveranno molto a lungo pur mantenendo inalterato il proprio sapore. A tal proposito vi illustreremo come essiccare le piante aromatiche seguendo la nostra guida.


La prima cosa da fare è quella di raccogliere i rametti e le foglie che intendete essiccare: effettuate questa operazione la mattina o alla prima che ci sia la produzione dei fiori

Come essiccare le piante aromatiche, le varie tecniche di essiccazione
Metodo della nonna
Lasciate seccare i rami appesi a testa in giù in un ambiente fresco, lontano dalla luce del sole.

Metodo con vassoi essiccatori
Mettete a seccare i rametti utilizzando degli appositi vassoi essiccatori, in commercio li trovate anche nella versione elettrica a prezzi molto contenuti.

Metodo con forno
In questo caso dovrete disporre di un forno a gas oppure a microonde: nel primo caso la temperatura non dovrà essere molto alta mentre il microonde va regolato al massimo

Come essiccare il basilico

  1. Lavate le foglie appena raccolte poi asciugatele utilizzando della carta da cucina
  2. Fatto questo, eliminate lo stelo, tritate le foglie con l’aiuto della mezza luna poi appoggiatele in un piatto per poi metterle in microonde
  3. Lasciate nel forno per trenta secondi alla massima potenza, ripetendo eventualmente l’operazione fino a quando il basilico non apparirà ben secco e croccante
  4. Una volta essiccato il basilico non vi resta che riporlo in un contenitore di vetro ben chiuso.

In questo modo tutte le erbe aromatiche che crescono in casa si manterranno fino ad un anno.

Pubblicato da Anna De Simone il 10 ottobre 2014