Come comportarsi al ristorante

come comportarsi al ristorante

Come comportarsi al ristorante: lezioni di galateo al ristorante. Come sedersi, come pagare il conto e come comunicare con il cameriere. Come applicare il galateo a tavola quando siamo al ristorante.

Alla base del galateo ci sono due pilastri importanti: cortesia e rispetto. Questo significa che non bisogna disprezzare il prossimo, soprattutto se siamo in un luogo pubblico come il ristorante. Chi sta cercando di capire come comportarsi al ristorante secondo il galateo non deve farlo per ostentare una finta padronanza, ma solo per acquisire la giusta sicurezza per potersi interfacciare al prossimo nella massima armonia. Ecco, il galateo è questo: è l’armonia delle buone maniere.

Come comportarsi al ristorante

Iniziamo dall’ordinazione. Nel chiamare il cameriere non dovrai alzare la voce, né tantomeno picchiettare la posata su piatto o bicchiere… basta un po’ di pazienza per incrociare il suo sguardo, fare un cenno ed esordire con un classico e sempreverde “Per favore..”.

E’ importante, in ogni fase, trattare con rispetto il cameriere, non come fanno alcune persone radical chic che amano sentirsi importanti umiliano il prossimo.

Come comportarsi a tavola in un ristorante? Per prima cosa, sarebbe meglio non poggiare alcun oggetto sulla tovaglia, quindi via il telefonino e riponi le chiavi in borsa. Via anche l’eventuale cappello e la sciarpa. Gli occhiali da sole vanno tolti in ambienti chiusi e a tavola, fatta eccezione se sei seduto con esposizione sud-ovest, in prossimità di una finestra soleggiata.

Galateo: pagare il conto

Chi deve pagare il conto? Non tutti lo sanno ma… in genere, il conto è pagato da chi fa l’invito.

Se una persona ha intenzione di organizzare una cena tra amici in un ristorante, per il galateo dovrebbe essere lei a sostenere la relativa spesa, a meno che le abitudini della comitiva non siano diverse e quindi ognuno paga per sé. Per evitare scenate al momento di pagare il conto, meglio accordarsi in anticipo tra i commensali. Ancora, per praticità, meglio che sia un unico referente a pagare il conto del ristorante e poi, una volta usciti dal ristorante, raccogliere le quote dai vari partecipanti.

Per una cena o un pranzo su invito, come può essere una cena galante, è più elegante pagare il conto in disparte e non davanti a tutti. Magari chi ha proposto l’invito, può approfittare dell’uso della toilette per saldare il conto in disparte e tornare al tavolo, dal suo ospite d’onore, con conto già saldato e pronti a concludere o proseguire la serata altrove.

Se da un lato è chi invita a pagare il conto al ristorante, dall’altro, è buona norma che l’invitato mostri la sua gratitudine, soprattutto se l’invito è legato a un particolare evento. Un omaggio floreale è un evergreen anche per il galateo. Può interessarti approfondire l’argomento con gli articoli:

Assaggio del vino e bicchiere

L’assaggio del vino: chi assaggia il vino? L’assaggio del vino è lasciato alle competenze della persona che ha invitato o da un suo delegato. Prima dell’assaggio, è buona norma costatarne il colore e il profumo facendo ruotare leggermente il calice. Per capire come si tiene il bicchiere del vino in mano e come si beve a tavola, ti invito a leggere la guida Come degustare il vino. Non tutti, infatti, sanno che il bicchiere del vino va tenuto per la parte più estrema del gambo.

La coppa viene avvolta e il gambo posto tra le dita solo quando è intenzione del commensale riscaldare il vino perché ritenuto di temperatura eccessivamente bassa (può capitare quando, al ristorante, il vino rosso è stoccato nel frigo con il vino bianco, il vino rosso va servito a una temperatura leggermente più alta del vino bianco, quindi, al momento dell’assaggio potrebbe risultare troppo freddo).

E’ scontato dire che il calice del vino è quello più piccolo!

Galateo, brindisi al ristorante

Brindisi sì o no? Non sarà di certo il galateo a mettere il freno al tuo festeggiamento. Il brindisi va fatto ma sempre nel rispetto dei commensali che siedono ai tavoli adiacenti e senza esagerazioni. Insomma, va bene il brindisi anche se rumoroso ma che poi finisca lì, senza trasformare l’allegria del brindisi in baldoria.

Come mangiare al ristorante

Prima di iniziare a ingerire qualsiasi pietanza, dall’antipasto agli assaggi di pane, è importante attendere che tutti gli altri commensali siano stati serviti, siano comodi e pronti a iniziare, con il tovagliolo posto sulle gambe.

A tavola, al ristorante o a casa, sono bandite le classiche frasi come “buon appetito”. Già. Se dici una cosa del genere, per il galateo, stai già facendo una grezza!

Galateo al ristorante: come si prende il caffè

Come si prende il caffè. Per noi meridionali quello del caffè è un rituale importante. Aggiungi la quantità di zucchero desiderata e non agitare il caffè girando il liquido con il cucchiaino; i movimenti non devono essere circolari ma il cucchiaino dovrebbe accompagnare il liquido su e giù. Inoltre presta attenzione anche a come tieni la tazzina: le dita non devono svolazzare, attento a non sollevare il mignolo! Riponi poi la tazzina sul suo rispettivo piattino.

Se il caffè lo prendi al bancone, o in una zona lounge dove i tavolini sono bassi e distanti, in genere, con una mano si tiene la tazzina e con l’altra il piattino. Ecco, ora sai tutto delle buone maniere e delle prescrizioni che il galateo fa su come comportarsi al ristorante.

Come comportarsi al ristorante per festeggiare un compleanno, una promozione o una laurea

Se poi hai organizzato un pranzo o una cena di notevole importanza, magari per festeggiare il tuo compleanno, sarebbe meglio fare un sopralluogo del posto, decidere quale tavolo occupare e concordare su vini e menu.

In caso di eventi particolari, il galateo vuole che chi ha mosso l’invito si rechi al ristorante in anticipo così da controllare che tutto sia come previsto, e attenda gli ospiti per accoglierli e accompagnarli al posto assegnato. La puntualità è un requisito imprescindibile del galateo e questo dovrebbe essere un fatto noto a tutti gli ospiti.


Se ti è piaciuto questo articolo puoi aggiungermi su Facebook o vedere i miei scatti su Instagram :)

Pubblicato da Anna De Simone il 14 marzo 2018