Faglie trascorrenti e trasformi

Faglie trascorrenti

Faglie trascorrenti sono una delle tante tipologie di faglie che ci troviamo a studiare nella tettonica a placche, oppure che tanto vengono nominate quando c’è un terremoto che fa notizia. Quando parliamo di faglia, in geologia, ci riferiamo alla frattura di una roccia in cui si verifica o si è verificato nel passato un movimento relativo della parti a contatto. Questo movimento può essere di vario tipo ed è questa caratteristica, assieme ad altre, che ci fa capire se siamo di fronte a faglie trascorrenti o di altro tipo.



Faglie trascorrenti: definizione

Nelle faglie trascorrenti prevale il movimento orizzontale, può essere da destra o da sinistra, dipende da come si muovono i labbri. Per comprenderlo si deve immaginare di trovarsi sopra una delle due parti della faglia in reciproco e relativo spostamento orizzontale e di poter osservare l’altro labbro. Se il labbro osservato si muove a destra, siamo di fronte ad una faglia trascorrente destra, altrimenti è sinistra.

Può capitare, e non è un fatto così raro, che le faglie trascorrenti abbiano un piano di scorrimento verticale oppure obliquo, ma lo spostamento è solo orizzontale, diversamente accade nelle faglie dirette e inverse in cui ci sono spostamenti verticali dovuti a forze di distensione e di compressione.

Faglie trascorrenti

Faglie trascorrenti e trasformi

Le faglie trascorrenti e le faglie trasformi hanno in comune il fatto che tra esse si verifica un movimento di tipo tangenziale, ovvero orizzontale, ma sono differenti dal punto di vista geodinamico e anche per alcuni aspetti meccanici e geologici. Ad esempio le trasformi possono anche venire allargate dall’intrusione di magmi basaltici e ultrabasici.

Vediamo meglio come è fatta una faglia trasforme. Essa prevede uno scorrimento orizzontale nella parte in cui sono a contatto margini di zolla, di solito de ne trovano poste trasversalmente alle dorsali medioceaniche, le rendono spezzettate e creano zone di intensa sismicità. Se ne incontrano numerose lungo la dorsale medioatlantica che si stende per diverse migliaia di chilometri.

Faglie trascorrenti

Faglie trascorrenti e terremoti

Come immaginabile, esiste uno stretto legame tra faglie trascorrenti e terremoti, per capire quanto una regione è in pericolo si cerca infatti di individuare le faglie attive nell’area.

Le faglie trascorrenti possono essere molto diverse l’una dall’altra, non tutte pericolose allo stesso modo, ma tutte hanno in comune il fatto che lungo quella linea si ha un movimento relativo delle rocce. Una delle più famose è di certo la faglia di S.Andreas, sulla costa Ovest degli Stati Uniti. E’ una faglia trascorrente, dei due labbri uno verso Nord mentre l’altro va verso Sud, si sta avvicinando la città di Los Angeles a quella di S.Francisco, procede 2 centimetri all’anno.

Faglie trascorrenti

Faglie trascorrenti in inglese

In inglese quando parliamo di faglie trascorrenti diciamo “transcurrent fault” ma possiamo utilizzare anche altri idiomi e definirla come “wrench fault”, “tear fault”, “décrouchement” o “blattverschiebung”.

Faglie trascorrenti: film

Esiste un film in cui le faglie trascorrenti sono quasi le protagoniste. Come prevedibile è un film sulle catastrofi terrestri, si intitola “2012” ed è uscito nelle sale cinematografiche il 13 novembre 2009 in contemporanea mondiale. Il regista è Roland Emmerich e nel casto troviamo anche John Cusack, Thomas McCarthy e Amanda Peet.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Ti potrebbe interessare anche:

Pubblicato da Marta Abbà il 14 marzo 2018