Come coltivare la maggiorana

come coltivare la maggiorana

La maggiorana è unerba aromatica molto impiegata in cucina sia fresca che essiccata per insaporire piatti di carne, insalate, pizze, ecc. Viene classificata come perenne, anche se, spesso, viene coltivata come annuale, dato che non non sopporta le basse temperature. Per uno sviluppo corretto, la maggiorana ha bisogno infatti di condizioni climatiche particolarmente calde, di stare all’aperto e a diretto contatto con i raggi solari per diverse ore al giorno. Ma vediamo nel dettaglio come coltivare la maggiorana, seguendo alcune indicazioni utili.

La maggiorana si presenta sotto forma di piccoli cespugli che non superano il mezzo metro di altezza, ha foglie piccole di forma ovale ricoperte da una folta peluria; i fiori i sono di colore bianco rosato riuniti in spighe. Della pianta vengono impiegate sia le foglie che i fiori, dopo che sono stati essiccati

Come coltivare la maggiorana, indicazioni

  • Va innaffiata con molta parsimonia, avendo cura di non inzuppare il terreno eccessivamente in modo tale da evitare i ristagni d’acqua che comporterebbe un serio pericolo per lo sviluppo ledda pianta. Magiiore attenzione per l’innaffiatura va data nel primo periodo di vita e nel corso della fioritura.
  • Può essere coltivata in qualunque tipo di terreno, anche se predilige un substrato asciutto e ricco di sostanze organiche ma attenzione non sopporta tutti quei terreni caratterizzati da un elevato livello di umidità

Come coltivare la maggiorana, la semina
La fioritura avviene in piena estate, pertanto bisognerà attendere tra agosto e settembre perché i semi giungano a maturazione. Seminandoli all’inizio della primavera successiva avremo delle nuove piantine.
La semina può essere fatta direttamente in piena terra già alla fine dell’inverno: nelle zone a clima più rigido è preferibile procedere in ambiente protetto. La semina può essere fatta sia a spaglio che in file, avendo cura di coprire i semi con un sottile strato di terra.
La geminazione è piuttosto veloce, nel giro di una o due settimane al massimo. Per la messa a dimora nell’orto, bisognerà poi attendere che le piantine siano abbastanza grandi: almeno10 cm

Per ottenere la moltiplicazione delle piante si possono inoltre prelevare delle talee, che vanno poi messe in un miscuglio di torba e sabbia fino a quando non saranno cresciute le radici; il periodo migliore per l’innesto è in estate.

Link utili: 800 semi di maggiorana in vendita su Amazon

 

Pubblicato da Anna De Simone il 15 febbraio 2014