Come coltivare la Bietola

bietola da coste

La Bietola porta con sé tutti i vantaggi nutrizionali delle verdure. Ha solo 17 kcal per ogni 100 grammi, la raccolta della bietola avviene da Marzo a Novembre nell’Italia settentrionale, da Febbraio ad Aprile nel mezzogiorno e fino a dicembre al Sud. Oggi vedremo come coltivare la bietola a partire dal seme o dalla piantina pronta per la messa a dimora.

La bietola più diffusa è quella da coste, “la bieta vulgaris varietà cycla”. Si può seminare in pieno campo da marzo a novembre, in semenzaio la semina può avvenire fin da febbraio. Dopo la germinazione si fa crescere la piantino fino al momento della messa a dimora che, per chi semina nel tardo febbraio – inizio marzo, avverrà a cavallo tra i mesi di marzo e aprile. Le piantine vanno messe a dimora a seguito della germinazione, quando la bietola da coste avrà sviluppato almeno 6 foglioline.

La bietola da costa preferisce un clima temperato, non ha grosse esigenze di coltivazione tuttavia predilige un terreno di medio impasto, fresco, fertile e ben drenato. Per quanto riguarda la concimazione, si consiglia di procedere col fertilizzare il terreno prima della messa a dimora. In ogni caso, per mantenere il terreno in buona salute e sempre fertile per la coltivazione di verdure, è consigliabile concimare con della materia organica prima dell’aratura annuale.

La bietola da costa può essere coltivata con un gran numero di ortaggi, l’importante è che tra una fila all’altra siano interposti almeno 30 cm di distanza. Il raccolto avviene nei mesi indicati in precedenza, in genere il raccolto ha inizio dopo circa due tre mesi dal trapianto o dalla semina in pieno campo.

Pubblicato da Anna De Simone il 17 dicembre 2013