Come coltivare ciclamini

Come coltivare ciclamini

Come coltivare ciclamini in casa o nel giardino: istruzioni sulle cure da dedicare alla pianta e tutto sulla coltivazione, dalla messa a dimora al trattamento delle malattie. Concime e come moltiplicare le piante di ciclamino.

Nell’articolo vi illustreremo come coltivare ciclamini, fiori colorati, economici e soprattutto adatti alle temperature invernali. La coltivazione e la cura dei ciclamini non richiede grosse conoscenze colturali, bastano pochi accorgimenti e avrete fiori in giardino tutto l’anno!

Come coltivare ciclamini

Posizionare le piantine appena acquistate in luoghi a mezz’ombra quindi non interessati dalla luce diretta del sole: i raggi possono bruciare le foglie. Quando coltivati in giardino, all’esterno, vanno bene sotto ad alberi o siepi. Se coltivati in vaso, in casa, i ciclamini vanno posti nel luogo più luminoso della casa ma non a ridosso della finestra se questa è esposta in pieno sole.

Assicurare alle piantine una buona ventilazione, per evitare un’eccessiva umidità che provocherebbe attacchi di muffe. I ciclamini sono sensibili alla muffa grigia, soprattutto se coltivati in casa, garantite alle piante di ciclamino un buon ricambio d’aria.

Che terriccio usare? Preferire un terreno ricco di sostanza organica, soffice e ben drenato: va bene il comune terriccio universale, aggiungendo del concime granulare a lenta cessione e un po’ di sabbia per favorire il drenaggio.

Se non volete acquistare la sabbia e in casa avete già dell’argilla espansa potete usare questa. Vi basterà creare uno strato di pochi centimetri di argilla espansa. Questa va posta sul fondo del vaso o sul fondo della buca della messa a dimora.

Quando irrigare i ciclamini?

Innaffiare i ciclamini con regolarità, avendo cura di evitare gli eccessi idrici. I ristagni di acqua nel terreno possono causare pericolosi marciumi radicali e aumentare il rischio di muffa. Non vanno bagnate le foglie, i fusti e i fiori, sempre al fine di evitare la formazione di muffe. Le foglie vanno bagnate solo se i ciclamini sono coltivati in casa, in un ambiente eccessivamente secco.

Ridurre le irrigazioni nel periodo di riposo vegetativo della pianta.

Non lasciare mai il terreno asciutto per troppo tempo tra un’innaffiatura e l’altra. In caso di coltivazione in vaso, si può riempire il sottovaso di acqua, lasciando che il terreno si imbibisca per qualche tempo (due o tre ore), per poi eliminare l’acqua in eccesso rimasta nel sottovaso.

Come coltivare ciclamini, le cure

Fare attenzione alle gelate e al vento freddo: se vivete in zone temperate potete lasciare il ciclamino in terrazza per tutto l’inverno

Concimare una volta al mese con concime specifico.

Volendo coltivare i ciclamini anche l’anno successivo, controllare che le radici della pianta non stiano in un vaso troppo piccolo: in questo caso rinvasate i fiori e aggiungete concime.

Come curare i cilamini malati

Come curare i ciclamini in caso di malattia? Tutto dipende dalla fitopatologia che intendete contrastare.

I ciclamini temono diverse malattie fungine come, per esempio, muffa grigia, fusariosi, marciumi radicali e verticillosi. Per evitare che i ciclamini possano essere attaccati da queste malattie bisogna fare molta attenzione alle innaffiature, evitando i ristagni idrici ed effettuando trattamenti preventivi con prodotti antifungini sistemici.

Tra i parassiti che possono aggredire i ciclamini troviamo acari, cocciniglie ed afidi, ma anche insetti tisanotteri che causano danni a fiori, fusti e foglie.

Come coltivare i ciclamini: la propagazione

Moltiplicazione dei bulbi di ciclamino.
La propagazione dei ciclamini può avvenire per divisione: se si hanno bulbi di grosse dimensioni, basta dividerli con un coltello ben affilato e sterilizzato, avendo cura di lasciare una sufficiente dotazione di radici a tutte e due le sezioni ricavate.

come coltivare i ciclamini

Fatto ciò, lasciare che i tagli si asciughino e si formi uno strato cicatriziale. In tal caso sarà possibile collocarli in vaso o nel terreno alla profondità di un paio di centimetri. Innaffiare ma non prima di due settimane dal trapianto, per evitare la formazione di marciumi e muffe.

Come concimare i ciclamini

Concimazione del ciclamino. Tra le cure da dedicare alla coltivazione del ciclamino non deve mancare la concimazione, soprattutto se la pianta è coltivata in vaso.

Per concimare il ciclamino, usate un concime ricco di fosforo, zinco e ferro, meglio se naturale e ricavato da estratti vegetali. Potete acquistare concimi specifici o, se lo avete in casa, impiegare un concime per piante da fiore ma solo se arricchito con zinco e ferro.

Tra le varie proposte di mercato, a “questa pagina Amazon” vi segnalo diversi concimi specifici per ciclamini, se non amate la compravendita online, recatevi da vivai e garden center e, in assenza di un concime specifico per ciclamini, acquistate un concime per bulbose.

Come potare i ciclamini

La potatura non è un’operazione drastica così come siamo abituati con altre piante e arbusti. Dovete solo rimuovere foglie e fiori appena secchi in modo da rafforzare la pianta e consentire ai ciclamini di concentrare le proprie energie vegetative verso la produzione di nuovi boccioli. Volendo raccogliere i semi, potete lasciare maturare alcuni fiori.

Pubblicato da Anna De Simone il 10 febbraio 2018