Come agire in caso di terremoto

Il vero nemico in caso di terremoto? Il panico. La terra comincia a tremare e subito scatta la paura e quindi il panico. Cosa fare in questi casi? Ecco alcune piccole regole che potrebbero salvare la vita.


Come agire in caso di terremoto in casa
Se durante il terremoto ci si trova in casa è imprtante cercare riparo nel vano di una porta inserita in un muro portante o sotto una trave, per proteggersi da eventuali crolli.

Stare lontani dai mobili, oggetti pesanti e vetri che potrebbero cadere addosso. Una buona idea è anche ripararsi sotto un tavolo.
E’ meglio uscire di casa con prudenza, indossando le scarpe, perché in strada ci si potrebbe ferire con vetri rotti e calcinacci, e poi raggiungere uno spazio aperto, lontano da edifici e da strutture pericolanti.
Mai prendere scale e ascensori: talvolta le scale sono la parte più debole dell’edificio e l’ascensore può bloccarsi.

Come agire in caso di terremoto in auto
Se ci si trova in auto, non bisogna sostare in prossimità di ponti, terreni franosi o spiagge: potrebbero lesionarsi o crollare o potrebbero formarsi onde di tsunami.

Come agire in caso di terremoto all’aperto
Se ci si trova all’aperto, allontanarsi da costruzioni e linee elettriche: potrebbero crollare. Bisogna restare lontano da impianti industriali e linee elettriche: è possibile che si verifichino incidenti. Evitare di andare in giro a curiosare, rischiando di avvicinarsi a pericoli, e raggiungere invece le aree di attesa individuate dal piano di emergenza comunale.
Cosa molto importante è evitare di usare il telefono e l’automobile: è necessario lasciare le linee telefoniche e le strade libere per non intralciare i soccorsi.

Come agire in caso di terremoto. Consigli utili
È fortemente consigliabile al momento di costruire informarsi sulla classificazione sismica del comune in cui risiedi. Bisognerebbe sapere quali norme adottare per le costruzioni, a chi fare riferimento e quali misure sono previste in caso di emergenza.

Non dimenticare al momento che si risiede in una nuova abitazione, su dove si trovano e su come si chiudono i rubinetti di gas, acqua e gli interruttori della luce. Tali impianti potrebbero subire danni durante il terremoto.

Nel momento in cui arrediamo casa: evitare di tenere gli oggetti pesanti su mensole e scaffali particolarmente alti e fiissare al muro gli arredi più pesanti perché potrebbero caderti addosso e ancora:

  • tenere sempre in casa una cassetta di pronto soccorso, una torcia elettrica, una radio a pile, un estintore e assicurati che ogni componente della famiglia sappia dove sono riposti
  • A scuola o sul luogo di lavoro informarsi se è stato predisposto un piano di emergenza: seguendo le istruzioni si può collaborare alla gestione dell’emergenza
  • Evita di andare in giro a curiosare e raggiungi le aree di attesa individuate dal piano di emergenza comunale. Bisogna evitare di avvicinarsi ai pericoli
  • Evita di usare il telefono e l’automobile
  • E’ necessario lasciare le linee telefoniche e le strade libere per non intralciare i soccorsi

Dopo il terremoto

  • Assicurati dello stato di salute delle persone attorno a te. Così aiuti chi si trova in difficoltà ed agevoli l’opera di soccorso
  • Non cercare di muovere persone ferite gravemente. Potresti aggravare le loro condizioni
  • Esci con prudenza indossando le scarpe. In strada potresti ferirti con vetri rotti e calcinacci
  • Raggiungi uno spazio aperto, lontano da edifici e da strutture pericolanti. Potrebbero caderti addosso

Ti potrebbe interessare anche

Yurta: la casa ecologica

Terremoti: gli strumenti di early warning del CNR

Pubblicato da Anna De Simone il 22 luglio 2012