Come coltivare un orto sul davanzale della finestra

orto-davanzale

In mancanza di spazi più ampi, anche il davanzale della finestra può dare il piacere di coltivare un orto (magari al 100% biologico) con varietà di piccole dimensioni, per esempio le erbe aromatiche, alcune piante medicinali e gli ortaggi in miniatura. I contenitori più pratici per coltivare un orto sul davanzale della finestra sono le comuni cassette di plastica, leggere e lavabili, generalmente di dimensione 60x20x20 centimetri.

Le cassette che conterranno l’orto possono essere appoggiate direttamente sui davanzali oppure esposte in fioriere esterne (robuste), sempre fissate saldamente con appositi reggivaso, fermi e ganci perché non ci sia pericolo di caduta dei vasi in caso di vento. Esistono anche soluzioni più ardite come quella della foto, ma attenzione: per evitare contestazioni è bene leggere prima il regolamento condominiale e ottenere il permesso dall’assemblea dei condomini. In alcuni casi può essere necessaria anche un’autorizzazione comunale.

L’esposizione migliore per coltivare un orto sul davanzale della finestra è verso sud, sud-est o sud-ovest. Ovviamente in città sarebbe meglio evitare di coltivare un orto di piante alimentari sui davanzali delle finestre di piani bassi o che si affacciano su strade trafficate dove è alta la concentrazione di smog e polveri sottili. Opposto è il caso delle piante ornamentali: una fitta vegetazione è indicata proprio alle finestre che danno sulla strada perché costituisce una barriera alle polveri e allo smog.

Le piante adatte all’orto in vaso sui davanzali sono quelle di dimensioni più ridotte. Per i pomodori sono indicate le varietà a frutto piccolo, di cui esistono varietà precoci e che superano di poco i 30cm di altezza. In più questi pomodori hanno il vantaggio di essere molto resistenti alle malattie, sono saporiti e producono moltissimo. Ottimi risultati si possono avere con il basilico e tutte le piante aromatiche da cucina o erboristeria: timo, maggiorana, salvia, rosmarino, menta, erba cipollina, dragoncello e via dicendo.

La preparazione dell’orto in vaso sui davanzali può essere fatta acquistando buon terriccio già pronto o prendendone da un giardino, ma verificando in questo caso che non vi siano larve di parassiti. Visti gli spazi ristretti è bene semplificare ogni operazione: per la semina ci si può servire del sistema ‘a nastro’, una striscia di carta biodegradabile che contiene i semi alla giusta distanza e che si scioglie alla prima umidità del terreno. L’insalata può essere seminata mescolando i semi a sabbia asciutta. Oppure si può partire da piantine già nate acquistate in vivaio.

Pubblicato da Michele Ciceri il 13 luglio 2013