Leed e Itaca, certificazione unica

Al processo di certificazione LEED, ora si affianca anche il protocollo ITACA per la valutazione della sostenibilità energetica e ambientale degli edifici. Per rilanciare un settore fortemente in crisi come quello delle costruzioni, si è accentrata l’attenzione alla sostenibilità certificata.

In questa ottica di rilancio nasce un nuovo protocollo unificato per l’integrazione dei servizi di certificazione energetica e ambientale. Il nuovo protocollo ingloberà da un lato la riconoscibilità e il prestigio internazionale della LEED Certification e dall’altro i criteri applicativi pratici di uno standard diffuso in Italia, quale il protocollo ITACA. In questo modo si proporrà una codificazione completa in materia di green building nel mercato italiano.

L’accordo è stato firmato in data 7 giugno 2012, in occasione di EIRE 2012, Expo Italia Real Estate, Fiera internazionale dell’Immobile di Milano.
Questo accordo si inserisce in un ampio contesto di iniziative volte a unificare e rafforzare a livello nazionale i sistemi di accreditamento e certificazione della sostenibilità ambientale delle costruzioni.

Certificazione unica. Aree di valutazione
Con questa nuova proposta sarà possibile fornire alle aziende di costruzioni, un pacchetto di certificazione che inglobano l’internazionalità dello standard LEED, il più conosciuto e diffuso al mondo, e l’applicabilità del Protocollo ITACA , iniziative di incentivazione per la sostenibilità degli edifici.Per la certificazione unica gli stabili dovranno rispettare speciifici parametri suddivisi in due aree di valutazione

Prima area di valutazione: consumo di risorse

  • Valutazione del contenimento di consumi energetici invernali ed estivi
  • Produzione di acqua calda sanitaria
  • Illuminazione naturale
  • Quantità di energia elettrica da fonti rinnovabili
  • Uso di materiali eco-compatibili
  • Consumi di acqua potabile
  • Mantenimento delle prestazioni dell’involucro edilizio

Seconda area di valutazione: carichi ambientali

  • Emissione di gas serra
  • Rifiuti solidi e liquidi prodotti
  • Permeabilità delle aree esterne

Foto | riqualificazioni.it

Pubblicato da Anna De Simone il 9 luglio 2012