Castagne, proprietà e informazioni

castagne proprietà

Castagne, proprietà e controindicazioni. Analisi del profilo nutrizionale delle castagne. Vitamine, calorie e quando vanno evitate. Differenza tra castagne e marroni.

Il popolo italiano è tra i principali produttori e consumatori di castagne di tutto il mondo. A livello globale, in termini di coltivazione di castagne, l’Italia si piazza al terzo posto, preceduta solo da Cina e Turchia. A dircelo è la UN Food & Agriculture Organization. Insomma, in Italia le castagne sono apprezzatissime per il sapore unico e, non meno, per le loro proprietà nutrizionali.

Prima di soffermarci sulla castagna e le sue proprietà vogliamo fare una precisazione di termine. Si dice castagna o marrone? Molti pensano che castagna e marrone siano sinonimi ma non è così. Le proprietà dei marroni sono assimilabili a quelle delle castagne anche se tecnicamente si tratta di due prodotti diversi.

Castagna o marrone, differenze

I termini castagna Marrone vengono spesso confusi ma fanno riferimento a due specie ben differenti, tuttavia, in Italia, con il termine Marroni si identifica impropriamente un’ottima qualità con frutti dalla forma quasi rettangolare e una buccia chiara brillante.

Quelli chi in Italia chiamiamo Marroni sono una varietà di castagne che hanno la caratteristica polpa senza cavità e che si separa facilmente dell’episperma (quella pellicina che separa la polpa della castagna dalla buccia, più propriamente chiamata pericarpo).

La diffusione del termine Marroni è stata tale che accompagna alcuni marchi di tutela attribuiti dall’Unione europea, è il caso del Marrone del Mugello (IGP), il Marrone di Castel del Rio, di San Zeno o della Valle di Susa. Nella realtà dei fatti, i marroni veri e propri sono molto meno produttivi delle castagna e hanno più esigenze di coltivazione, inoltre i ricci presentano solitamente 1 o 2 semi e non 3 come nel riccio delle castagne.

Metodi di conservazione per castagne secche o fresche

Nell’articolo Come conservare le castagne vi abbiamo spiegato come conservare castagne secche o fresche, con diversi metodi di conservazione. Dalla curatura fino alla classica essiccazione così da poter mangiare castagne (fresche o secche) tutto l’anno.

Raccolta delle castagne, come si fa

Sono molte le tecniche della raccolta (propriamente detta castagnatura). In ambito domestico si attende la caduta del riccio che si apre con l’ausilio di una zappetta di legno o con un particolare movimento dei piedi. Quando i ricci cadono ancora immaturi e sono ben chiusi, si attua una modalità detta “abbacchiatura“: i ricci si percuotono con dei bastoni fino alla fuoriuscita della castagna. Per tutte le informazioni: Come si raccolgono le castagne

Castagne, proprietà nutrizionali

Le castagne sono ricche di carboidrati complessi, così possono essere considerate un “alimento base” proprio come i più famosi cereali.

L’alta percentuale di amidi è abbinata a un discreto contenuto di proteine, grassi, sali minerali e vitamine.

Tra i sali minerali, segnaliamo un buon apporto di potassio, fosforo, zolfo, magnesio, calcio e ferro. Tra le vitamine, le più abbondanti sono quelle del gruppo B (soprattutto vitamine B1 e B3) e la vitamina C.

Grazie alle sue proprietà nutrizionali, le castagne possono essere introdotte nell’alimentazione dello sportivo.

Parlando sempre di proprietà nutrizionali, le castagne sono ricche di amidi e hanno un elevato indice glicemico. Per questo motivo, le castagne sono controindicate a chi soffre di diabete. Durante la cottura, parte degli amidi si riduce in zuccheri semplici e questo ci spiega come mai le castagne cotte sono così dolci!

Le castagne fanno male o presentano controindicazioni?
Fatta eccezione per i pazienti diabetici, le castagna sono prive di controindicazioni.

Marroni o castagne, valori nutrizionali

Riportiamo i valori nutrizionali riferiti per 100 grammi di prodotto.

Carboidrati, grassi e proteine

  • Carboidrati 44 g
    di cui, zuccheri 11 g
  • Grassi 1,3 g
  • Proteine 1,6 g

Vitamine

  • Vitamina A 1 μg
  • Vitamina B1 0.144 mg
  • Vitamina B2 0,016 mg
  • Vitamina B3 1,102 mg
  • Vitamina B6 0,352
  • Vitamina B9 58 μg
  • Vitamina C 40,2 mg

Minerali

  • Calcio 19 mg
  • Ferro 0,94 mg
  • Magnesio 30 mg
  • Fosforo 38 mg
  • Potassio 484 mg
  • Sodio 2 mg
  • Zinco 0,49 mg

Acqua: 60,21 g

La fonte dei dati riferita è l’USDA Nutrient Database. Il database internazionale del Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti.

Calorie delle castagne

Le calorie delle castagne variano in base al metodo di cottura impiegato. Le castagne più caloriche restano quelle essiccate mentre per ingerire poche calorie consumando castagne, bisognerà prepararle bollite! Vediamo in dettaglio quante calorie contengono 100 grammi di castagne.

  • 100 grammi di castagne arrostite hanno un contenuto energetico medio che si attesta intorno alle 190 calorie.
  • 100 grammi di castagne bollite apportano una media di 120 calorie.
  • 100 grammi di castagne secche contengono 300 calorie.

Sì, le castagne fanno ingrassare ma solo se si esagera e se inserite in una dieta già poco equilibrata! Come è chiaro, il contenuto calorico cresce quando parliamo di castagne secche perché in questa forma, le castagne sono disidratate e quindi gli amidi in esse contenuti risultano più concentrati.

castagne

Come cucinare le castagne

Le castagne sono un alimento molto versatile: si consumano fresche, secche o ridotte in farina prestandosi a un’infinità di preparazioni culinarie.

Molto popolare è la farina di castagne con la quale si preparano diversi dolci. Con la farina di castagne si possono preparare polente, il pane d’albero o il celebre castagnaccio.

Altrettanto apprezzate sono le confetture e le creme con le quali preparare ottimi piatti come i ravioli alla crema di castagna.

In questo panorama così vasto, però, il modo preferito per consumare le castagne è unico in tutta Italia: chi di voi non ama le caldarroste?! Le caldarroste castagne arrostite sono amate da tutti, grandi e piccini. Per fortuna le caldarroste sono facili da preparare al forno, nel camino, sul braciere o sfruttando fornelli ad hoc.

caldarroste fatte in casa

In commercio esistono un gran numero di grill nati appositamente per la preparazione di caldarroste. Tra i vari modelli presenti sul mercato ve ne segnaliamo uno dall’ottimo rapporto qualità prezzo.

Si tratta di un fornello per arrostire castagne in grado di preparare caldarroste in poco tempo e senza dover sporcare troppi utensili.

Il prodotto mostrato nella foto in alto è realizzato dalla Trisa, si compra su Amazon al prezzo di 69,78 euro e spedizione gratuita. Può essere usato anche per grigliare carni e verdure, dispone degli strumenti per fare crepes  dolci o salate, oppure si può porre in tavola per tenere caldi gli alimenti. Vi abbiamo segnalato questo prodotto perché abbiamo avuto modo di provarlo con grande soddisfazione ma potete sentirvi liberi di fare la scelta che volete. Come premesso, su Amazon, sono tantissimi gli accessori per cuocere e grigliare castagne.

Per tutte le informazioni sul prodotto citato: Trisa fornello per caldarroste.

Ti potrebbe interessare anche

Pubblicato da Anna De Simone il 3 settembre 2017