Casa resistente al terremoto

Casa resistente al terremoto

Casa resistente al terremoto: quali sono le caratteristiche di una casa antisismica, regole edilizie e linee guida per rendere una casa a prova di terremoto.

Quando qualcuno acquista un’auto usata, si interroga sull’usura dei pedali, sul motore e sul chilometraggio. Purtroppo, chi si accinge a comprare casa o affittarla, non si rende conto che anche i fabbricati edilizi vanno incontro a usura.

Tra i quesiti da porsi, prima di comprare casa o affittarla, dovrebbe esserci anche questa domanda: si tratta di una casa resistente al terremotoSolo un prossimità di un evento sismico, gli italiani, sembrano preoccuparsi delle norme antisismiche dell’edilizia. A distanza di mesi, l’urgenza non è più percepita e anche le norme antisismiche cadono nel dimenticatoio. Ma quali sono le caratteristiche di una casa antisismica e, soprattutto, può una casa in muratura essere modificata e “ristrutturata” in modo da diventare a prova di terremoto? Vediamo subito tutti i dettagli.

Casa resistente al terremoto

Oggi, la normativa antisismica impone degli standard di costruzione molto severi. Tali standard variano in base alla zona di riferimento perché non si può prescindere dal contesto in cui la casa si dovrà costruire.

Una casa resistente al terremoto deve assicurare un comportamento duttile così da assorbire le vibrazioni prodotte dal sottosuolo. Sembra facile a dirsi, ma a livello tecnico ciò comporta una serie di accorgimenti che possono avere anche costi molto elevati.

A prescindere da qualsiasi normativa, una casa antisismica deve presentare una struttura di fondazione in grado di rispondere agli eventi sismici senza spostamenti perimetrali incompatibili con lo stato limite di riferimento.

Quali sono le caratteristiche di una casa resistente al terremoto

Una costruzione antisismica può sfruttare isolatori sismici che si posizionano tra le fondazioni e le strutture in elevazione. Tali isolatori evitano l’insorgere di fenomeni di risonanza così, le vibrazioni del sottosuolo non raggiungono, verticalmente, l’elevazione del fabbricato.

Non solo, il campo edilizio, oggi, presenta una serie di soluzioni per rendere le case sicure. Tra le varie soluzioni sono presenti anche giunti antisismici e dissipatori di energia. I dissipatori di energia sono molto utili soprattutto nelle case a più piani. Tra le altre soluzioni antisismiche, sempre da incorporare in una casa in fase di progettazione (casa di nuova costruzione), figurano dei particolari telai resistenti alle sollecitazioni sismiche. Questi telai si intercalano in pareti e soffitti così da evitarne il crollo o la fratturazione durante un evento sismico.

Come rendere la propria casa resistente al terremoto

Se le caratteristiche e le soluzioni citate in precedenza fanno riferimento a una casa di nuova costruzione perché vanno incorporate in fase di progettazione, qualora la casa fosse già stata realizzata, cosa bisogna fare? La risposta non può prescindere dal discorso legato al costo di intervento.

Ricordiamo che per casa antisimica deve essere costruita con una struttura iperstatica caratterizzata da regolarità in pianta e in altezza, deve garantire rigidezza e resistenza ma al contempo la giusta duttilità per evitare fratturazioni. Una casa antisismica deve poter dissipare le energie (vibrazioni) provenienti dal sottosuolo senza assorbirle e quindi senza danneggiarsi.

Ristrutturazione antisimica

Il sisma bonus prevede un consistente sgravio fiscale in caso di interventi di ristrutturazione edilizia atti a migliorare le performance sismiche dell’edificio. Si può rendere antisismica una vecchia abitazione? In teoria sì, ma nella pratica, soprattutto le case in muratura, sono difficili da gestire. A volte, il costo d’intervento per una messa in sicurezza globale può essere tanto elevato che potrebbe convenire più l’abbattimento e una successiva ricostruzione.

Terremoti: sono più sicure le case in cemento o in mattoni? Generalizzando, le più rischiose sono le case in mattoni. Tuttavia, le prime costruzioni in cemento, precedenti agli anni 80, possono essere altrettanto pericolose.

E’ vero che le case in legno sono più sicure?
E’ vero che il legno ha una buona capacità di resistenza alle vibrazioni generate dagli eventi sismici.

Cosa si può fare per trasformare una vecchia casa in una casa resistente al terremoto? 
Le modifiche devono essere sempre su misura del proprio fabbricato quindi non è possibile fornire una risposta precisa.
In line generale, è possibile alleggerire il tetto e non solo. Si può agire anche sulle fondazioni.

Può interessare: incentivi per l’adeguamento sismico

Pubblicato da Anna De Simone il 5 gennaio 2018