Cane molecolare: cosa è

Cane molecolare

Un cane molecolare non è solo un cane con un olfatto sviluppato, tra l’altro a meno di problemi fisici, tutti lo hanno, ma si tratta di un esemplare addestrato ad hoc, ancora diversamente dai cani che vengono utilizzati per la ricerca di persone. Ci sono razze più o meno adatte ma soprattutto una educazione particolare che permette a questo tipo di cani di fare “cose particolari”. Cosa, lo vediamo subito.



Cane molecolare: cosa è

Un cane molecolare non ha nulla di fantascientifico o di surreale, è un animale specializzato e qualificato, addestrato per fare parte di un’unità cinofila ad hoc che si occupa di “casi speciali”.

Anche la stampa, soprattutto la stampa, chiama così questi cani, volendo richiamare con questo termine il grande potere olfattivo di cui sono dotati. Sono in grado infatti, a naso, di seguire una pista umana. Non solo la scia di odore, puzza, o profumo, di chi è appena passato, ma anche di un individuo che è passato da un certo luogo parecchio tempo prima. Tutto grazie al loro naso speciale.

Un cane molecolare ha infatti un naso che percepisce e distingue anche le più piccole particelle di odore, le “molecole”, appunto, e riesce a memorizzare le tracce e ad associarle in modo da non perderle.

Cane molecolare

Cane molecolare: allevamento

Come abbiamo accennato, un cane molecolare non è un classico cane da soccorso, quindi deve essere allevato in modo differente. Se infatti il secondo deve andare alla ricerca di persone in caso di calamità naturali, ad esempio di terremoti o valanghe, il cane molecolare è una sorta di assistente investigatore.

Deve cercare non “persone” in generale ma delle specifiche persone. Su richiesta, di solito le indicazioni sul ricercato gli vengono date utilizzando l’odore che egli ha lasciato su un indumento.

Cane molecolare: come addestrarlo

Dovendo andare a “caccia di un sospetto”, oppure di una vittima, il cane molecolare non solo deve sentire la presenza di un umano ma deve anche saper abilmente associare gli odori, capire se l’umano che sente è lo stesso che ha indossato un certo paio di pantaloni ad esempio, e che le forze dell’ordine stanno cercando.

Se ben addestrato, un cane con questo compito, può anche indicarci che tragitto ha compiuto la persona che si cerca, perché inizierà a 4 zampe a ripercorrerlo zampettando e senza ammettere distrazioni.

Cane molecolare

Cane molecolare razza

Molto conta l’addestramento, ma ci sono casi, come quello del cane molecolare, in cui anche gli “skill” legati alla razza hanno un certo peso. Tra le razze di cani in cui si vanno spesso a cercare dei cani da far diventare molecolari, c’è quella dei Bloodhound, detti anche Chien de Saint-Hubert o cani di Sant’Uberto.

Originari del Belgio, questi cani hanno un numero veramente spropositato di ricettori olfattivi, ben 4 miliardi. Per avere un termine di paragone, pensiamo che i gatti ne possiedono 200 milioni. E’ quindi una questione di numeri ma non solo, perché questa razza di cani è anche caratterizzata da una particolare struttura dell’organo olfattivo che permette di distinguere meglio le singole tracce di odore. Oltretutto, il carattere del Bloodhound è molto adatto perché apprende velocemente e non è troppo testardo, anzi, ben disposto ad imparare.

Cane molecolare

Cane molecolare: costo

Un cane molecolare costa parecchio, perché oltre a pagare la razza dobbiamo anche pagare la sua professionalità. Ma se non siamo appartenenti alle forze dell’ordine, cosa ce ne facciamo di un cane così? Meglio risparmiare, lasciare a chi ne ha bisogno i cani molecolari e “giocare” con il nostro magari regalandogli una tutina per le stagioni fredde molto a tema. Un costume da Poliziotto, a 13,50 euro su Amazon, in differenti taglie.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+, Instagram

Ti potrebbe interessare anche:

Pubblicato da Marta Abbà il 7 maggio 2017