Caffé con limone, contro il mal di testa e non solo

Caffé con limone

La prima volta che si sente abbinare caffé con limone, si fa una smorfia e si pensa si tratti di una metafora o un modo di dire, come capre e cavoli, ed invece si scopre presto che siamo di fronte ad un ottimo rimedio contro il mal di testa oltre che ha un sapore interessante che, se ben proposto, può piacere parecchio. Andiamo a vedere meglio cosa succede mescolando caffé con limone e come farlo in modo corretto.



Caffé con limone contro il mal di testa

Il caffé da solo contro il mal di testa fa poco, anzi a volte lo fa anche aumentare, ma associato al limone riesce a trasformarsi in una sostanza amica di chi soffre di cefalea. Il succo di questo agrume è invece già un noto prezioso ingrediente che viene proposto spesso come rimedio casalingo anche per altri malanni, compresi quelli che riguardano l’apparato digestivo o intestinale.

A molti di voi sarà capitato di sentirsi consigliare un bicchiere di acqua calda con una decina di gocce di succo di limone per far passare l’emicrania o per lo meno per ridurne l’intensità quando è così forte che non riusciamo nemmeno a uscire di casa. Funziona soprattutto quando il mal di testa è legato alla formazione di aria nello stomaco, spesso si utilizza anche il tè al limone, da sorseggiare circa 3 o 4 volte al giorno. A tutti questi rimedi già noti e sperimentati noi vogliamo aggiungere questo più sconosciuto e che può davvero essere un asso nella manica da sfoderare quando non ne possiamo più, quando non sappiamo dove sbattere la testa, per smettere di sentirla dolorante. Questa combinazione vincente ma insospettabile, non è una leggenda metropolitana o contadina, ci sono dei motivi scientifici per il suo successo.

Una delle cause principali del mal di testa è l’allargamento dei vasi sanguigni e la caffeina ha un effetto vasocostrittore, quindi inverte questo allargamento e fa diminuire gli effetti. E c’è poi il limone, che è un po’ un ingrediente magico, ha molti effetti benefici grazie alla presenza di oli essenziali che ad esempio sono preziosi per chi non digerisce bene. Risolvendo problemi di stomaco molto spesso alla base del mal di testa. L’acido citrico contenuto nel succo di limone contribuisce a salificare la caffeina e in tal modo va ad aumentare il suo assorbimento a livello intestinale. Ecco quindi come il caffé con limone diventa un ottimo rimedio. Chiaramente non si può utilizzare con la frequenza con cui si può sorseggiare del té con il limone, o l’acqua, perché nonostante l’azione del limone, il caffé resta caffé e consumato troppo spesso non fa bene, né al mal di testa né ad altro.

L’effetto del rimedio che stiamo andando a sperimentare dipende molto dalla causa del mal di testa quindi prima di illuderci, proviamo almeno un paio di volte senza mai esagerare. Prendiamo una tazza di caffè nero e spremiamoci metà di un limone, mescoliamo bene e beviamo finché è caldo ma senza che sia troppo bollente. Se funziona, in 30 minuti dovreste notarlo.

Caffé con limone

Mal di testa e rimedi naturali

Il caffé “corretto” con il limone è solo uno dei tanti rimedi che sono a nostra disposizione quando una persona ha degli attacchi di cefalea. È importante cercare di capirne la causa perché ovviamente alcuni sono più adatti in una situazione invece che in un’altra. La ragione per cui si soffre di mal di testa non è sempre chiarissima, può essere anche un mix di fattori. Lo stress, la mancanza di sonno, la distrazione, problemi di intestino. Oltre al nostro caffé con il limone, il riposo e un ritmo di vita regolare sono certamente un il rimedio naturale migliore che esista, poi ci sono altri accorgimenti interessanti di cui tenere conto.

Ad esempio non sono molti coloro che collegano il dado da cucina, ricco di glutammato, con gli attacchi di mal di testa, eppure lo può causare. Mangiare troppi cibi industriali che lo contengono è quindi una cosa da evitare, come anche l’utilizzo di prodotti preconfezionati e di troppa cucina cinese. Altro accorgimento dietetico riguarda i salumi che con i loro nitriti non sono un toccasana. Anche l’alcool, come facile da immaginare, non fa bene, e in particolare il vino rosso e la vodka perché ricchi di istamina, frequente causa di attacchi di cefalea. A tavola la cosa migliore è mangiare in modo regolare, mai troppo tardi la sera, e tenere bassa la quantità di grassi e di carboidrati, senza mai eliminarli. Non facciamo mai mancare salmone, merluzzo, sgombro e pesci azzurri, ricchi di Omega-3.

Caffé con limone: come prepararlo

Oltre alla classica ricetta anti mal di testa, a base di caffé e limone, possiamo anche sbizzarrirci e preparare qualcosa di più eccentrico con gli stessi ingredienti di base. Prendiamo una tazzina da caffé ancora vuota e strofiniamo al sui interno una scorzetta di limone. A questo punto versiamo il nostro normale caffè bollente aggiungendo un po’ di zucchero e un’altra scorzetta, solo la parte gialla, per evitare che il tutto prenda un sapore amaro.

Una seconda idea è quella di fare una sorta di sciroppo con il caffé mettendo a bollire 40 g di acqua con 80 g di zucchero e la buccia più esterna di 1 limone tagliata a listarelle. Sciolto lo zucchero, lasciamo raffreddare il nostro mix gourmet e mettiamo in frigo per una notte. La mattina possiamo filtrare e usare il nostro sciroppo speciale per dolcificare il caffè, caldo o freddo che sia. Questa speciale ricetta si adatta bene anche con il cappuccino.

Pubblicato da Marta Abbà il 18 Gennaio 2020