Burro di semi di girasole

Burro di semi di girasoleBurro di semi di girasole: proprietà, valori nutrizionali e tutte le informazioni sulla produzione e gli usi del burro di girasole.

Il burro di semi di girasole, noto anche come burro di girasole sunbutter è un burro introdotto sul mercato nei primi anni del 1980, in alternativa al burro di arachidi. Il burro di semi di girasole contiene una gran quantità di vitamine e sali minerali ed è l’alternativa perfetta per chi soffre di allergie agli arachidi o al dado.

La formulazione che troviamo oggi in commercio è ben diversa da quella di lancio. Dal 2000, alla ricetta standard del burro di girasole sono stati aggiunti zuccheri, sali e stabilizzanti come semi di cotone idrogenati, olio di palma o olio di colza. Con queste aggiunte non solo è cambiato il sapore, ma anche la consistenza e il colore del vecchio burro di girasole sono cambiati per essere in linea con i desideri del pubblico. Non a caso, è proprio dal 2000 che le vendite del burro di semi di girasole sono aumentate.

Burro di girasole, proprietà

semi di girasole sono una buona fonte di proteine, fibre, zinco e ferro. Sono a basso contenuto di acidi grassi saturi. Al contrario, il burro di semi di girasole (ci riferiamo a quello che troviamo in commercio) ha un’elevata quantità di acidi grassi saturi legata alla presenza di stabilizzanti ricchi di grassi idrogenati (soprattutto se si tratta di olio di palma).

Il burro di semi di girasole fatto in casa è una buona fonte di vitamine del gruppo B, in particolare apporta elevata quantità di niacina, acido pantotenico e folati.

Da un punto di vista nutrizionale, il burro di semi di girasole contiene quattro volte più vitamina E rispetto al classico burro di arachidi. Sempre continuando il paragone, il burro di girasole apporta il doppio del ferro, del magnesio, del fosforo e dello zinco rispetto al burro di arachidi.

A causa della crescente diffusione delle allergie agli arachidi, nelle scuole statunitensi sono stati proibiti snack e merendine a base di burro di arachidi o noci e si propongono spuntini con il burro di girasole. Tuttavia, è bene precisare che una piccola percentuale dei soggetti allergici agli arachidi, potrebbe soffrire anche di allergia ai semi di girasole.

Il burro di semi di girasole può essere impiegato nelle ricette come sostituto del burro di arachidi, per farcire panini accompagnati da verdure o per la preparazione di biscotti, salse e frullati.

Burro di semi di girasole, dove comprarlo

Qui in Italia non è molto facile reperire barattoli di burro di semi di girasole. Per l’acquisto bisogna rivolgersi agli spacci specializzati nella vendita di prodotti statunitensi. In America il burro di semi di girasole si trova in tutte le catene di generi alimentari (Whole Foods, Trader Joe, Target, Wamart, SuperValu, Kroger…).

In alternativa all’acquisto è possibile preparare in casa il burro di girasole fai da te. La ricetta domestica prevede 4 tazza di semi di girasole tostati (ma non salati), 2 – 4 cucchiai di olio di canola, 1/4 di cucchiaino di stevia e 1/2 cucchiaino di sale. I semi di girasole possono essere tostati in forno per pochissimi minuti, in base al grado di tostatura si avrà un retrogusto più o meno deciso. Una tostatura eccessiva restituisce un burro di semi di girasole dal sapore leggermente amaro quindi fate attenzione in questa fase. Il burro può essere ottenuto con un mortaio e un pesto, dopo un lungo processo a mano oppure sfruttando un robot da cucina o frullatore.

Dove comprare i semi di girasole? Nei negozi specializzati nella compravendita di prodotti alimentari naturali oppure su Amazon dove una confezione da 300 grammi costa circa 6 euro con spese di spedizione incluse. Si tratta di semi di girasole biologici e naturali al 100%.

Link utili: Semi di girasole su Amazon.

Pubblicato da Anna De Simone il 28 marzo 2016