Brammo Timeless: enduro elettrica da sballo

Una Brammo Enertia+ Special versione Timeless

Partendo dai 120 km di autonomia stradale e dai 120 km/h di velocità (autolimitata) dell’elettrica Brammo Enertia +, gli specialisti della OMT Garage di Origgio (VA) hanno sviluppato in casa una moto zero emission che farà brillare gli occhi alla generazione anni Ottanta. Tanto bella e divertente che farà dimenticare il rumore, in effetti l’unica cosa di cui si sente (solo all’inizio) un po’ di nostalgia.

Presentata giovedì 31 gennaio nella sede di OMT Garage, questa la Brammo Special ha un carattere da enduro che ricorda vagamente le Fantic old-style e non a caso l’hanno chiamata Timeless – senza tempo –  prevedendone una serie limitata di 200 esemplari. Prezzo: 12.900 euro.

Le batterie della Brammo Timeless si ricaricano in 8 ore con una spesa di 50 centesimi di euro circa. L’autonomia, come detto, raggiunge i 120 km su strada; qualcosa meno se ci si va a divertire off-road, dove però la potenza si fa sentire lo stesso.

Un bel risparmio rispetto al classico scooterone per chi usa la due ruote nel tragitto casa-lavoro-casa, e in aggiunta una serie di vantaggi: Brammo Timeless non inquina, non teme le zone a traffico limitato ZTL e, dicevamo, non fa rumore.

Della Brammo Enertia +, la Timeless mantiene le parti meccaniche ed è su ciclistica, sospensioni e pneumatici che si vede l’intervento di OMT Garage: modifiche alle forcelle, ammortizzatore posteriore allungato regolabile  sia in compressione sia in estensione, gomme tassellate e modifiche a parafanghi, sella e manubrio.

Ora che l’offerta si è fatta davvero interessante anche per i centauri più sofisticati, quello che manca è la spinta degli incentivi governativi alla mobilità elettrica. “In effetti sappiamo che nel 2012 molti clienti hanno rimandato l’acquisto proprio in attesa degli incentivi – ha detto il General Manager di OMT Garage Marco Troianoed è giusto che la situazione ora si sblocchi”.

Foto credits / electricmotornews.it

Pubblicato da Michele Ciceri il 1 febbraio 2013