Betoniera piccola, prezzi e consigli

betoniera piccola prezzi

Betoniera piccola, prezzi e consigli sulla scelta di una betoniera dalla capacità compresa tra i 60 e 350 litri.

La betoniera è facile da usare e adatta alla miscelazione di tutti i tipi di materiale da costruzione e non. E’ particolarmente indicata per la lavorazione di calcestruzzo, malta, intonaco, materiale resinosi e bituminosi.

Una betoniera piccola, dalla capacità di soli 63 litri, può tornare utile in agricoltura per la preparazione delle semente e per la miscelazione di mangimi per l’allevamento. In questo articolo vi mostreremo i prezzi delle betoniere più accessibili e robuste del mercato.

Betoniera piccola, prezzi

La capacità di una betoniera piccola varia dai 100 ai 350 litri. Le betoniere di piccole dimensioni sono di due tipi:

  • possono avere la classica forma ad H con piede d’appoggio e ruote sul lato (per garantire minime manovre) e volante per migliorare il ribaltamento del bicchiere.
  • Non sono dotate di volante perché il ribaltamento avviene manualmente, inclinando l’intera struttura in avanti.

I prezzi delle betoniere possono oscillare dai 150 euro in su. Il prezzo non varia solo in base alla capacità di carico della macchina ma anche in base al suo motore e alla struttura d’appoggio. Per farvi alcuni esempi di prezzi, vi segnaliamo che su Amazon, una betoniera si compra con:

  • 142,99 euro dalla capacità di 63 litri e potenza di 220 W
  • 199,49 euro dalla capacità di 120 litri e 550W di potenza
  • 219,99 euro dalla capacità di 140 litri e 650W
  • 282,99 euro dalla capacità di 200 litri e 900W di potenza

Come è chiaro, su Amazon le proposte di betoniera in vendita sono molto numerose. Tra le tante ve ne proponiamo due selezionate per le ottime esperienze degli utenti che l’hanno provate in prima persona e per l’eccellente rapporto qualità / prezzo.

Betoniera Maberg, 120 L e 550 W da 199,49 euro
Betoniera Eberth, 140 L e 550 W da 224,90 euro

In particolare, il modello con la vasca dalla capacità di 140 litri, si fa apprezzare per il suo motore resistente, e per la gestione della manovella: l’angolazione del tamburo può essere regolata per adattarsi facilmente e velocemente alla manovella. In questo modo la manovella si aggancia e impedisce al tamburo di inclinarsi ulteriormente. Sarà molto più semplice caricare e scaricare la betoniera. 550 W sono più che sufficienti per lavorare intonaci, materiali bituminosi e malte.

Per la malta grassa con una proporzione sbilanciata a favore degli inerti (ghiaia, sabbia di fiume), 550W per 140 litri di materiale potrebbero sembrare pochi, ma a quanto riferiscono gli utenti che hanno provato il prodotto, l’apparecchio funziona bene. Tuttavia, chi non volesse sfruttare a pieno il motore e vuole comprare una betoniera per malte grasse, può optare per il modello della serie Maberg da 140 litri e 650 W proposto a 219 euro, non vi abbiamo segnalato subito questo prodotto perché la bulloneria per il montaggio è leggermente imperfetta sulle pale di miscelazione ma niente di inaccettabile, vi dovrete sforzare solo un po’ di più in fase di montaggio.

Betoniera, precauzioni d’uso

Per garantire la massima durata dell’apparecchio è importante trattarlo con un certo riguardo. Cero, un apparecchio che si usa per mescolare inerti non va trattato con in guanti, infatti la precauzione d’uso è unica:

dopo ogni utilizzo è necessario lavare la vasca di mescolazione!

Vi consigliamo di lavare la vasca di mescolazione dopo ogni utilizzo e farlo con un getto di abbondante acqua ad alta pressione così da lavare via i residui che potrebbero incrostarsi. La betoniera può essere lavata quando ancora in funzione.

Betoniera, come si usa

Versate nel bicchiere, già in rotazione, la sabbia asciutta e la ghiaia o gli altri ingredienti selezionati per la miscelazione del prodotto. Lasciate mescolare i due inerti.

Dopo gli inerti, vanno aggiunti i leganti (versate il cemento necessario). Lasciate ancora in rotazione il bicchiere. Il cemento non va aggiunto tutto in un colpo per evitare che un polverone fuoriesca dal bicchiere della betoniera.

Aggiungete, a poco a poco, l’acqua necessaria all’impasto. E’ difficile darvi le dosi esatte dell’acqua perché queste cambiano in base all’impiego che intendete fare del cemento e quindi se vi serve una miscela più o meno liquida.

Lasciate ruotare liberamente la betoniera e, prima di arrestarla controllate che al suo interno non ci siano grumi (in genere vi bastano pochi minuti ma tutto dipende dalla potenza della betoniera e dal suo carico).

Ribaltate il bicchiere (ancora in rotazione) e versate il contenuto nella carriola. A questo punto non vi resta che usare la malta preparata e risciacquare energicamente il bicchiere.

Per informazioni sulla preparazione della malta, vi invitiamo a leggere l’articolo: Malta, proporzioni e dosi (malta grassa, malta bastarda, malta di calce, malta di cemento, calcestruzzo…).

 

Pubblicato da Anna De Simone il 18 agosto 2016