Come avviare un agriturismo

avviare agriturismo

Come avviare un agriturismo: normative, requisiti e possibilità di accedere ai fondi. Cosa serve per iniziare un’attività agrituristica di successo. Corsi di formazione e consigli utili.

Mollare tutto e aprire un agriturismo? Perché no!
Siete avvisate però: se avete intenzione di avviare un agriturismo è bene che siate pronti ad una lunga trafila burocratica. Nulla di complicato, ma le regole da rispettare sono numerose e vanno tutte seguite scrupolosamente.

Sempre più spesso, soprattutto tra i giovani, si esprime la volontà di dedicarsi all’apertura di un agriturismo, circondati dal verde e dalla natura, lontano dalla frenesia della città o del lavoro di ufficio.

Ma siamo sicuri di sapere cosa vuol dire, a livello normativo, avviare un agriturismo?

La definizione è contenuta nella Legge 96 del 20 febbraio 2006, che definisce ‘attività agrituristiche’ le “attività di ricezione e ospitalità esercitate dagli imprenditori agricoli anche nella forma di società di capitali o di persone, oppure associati fra loro, attraverso l’utilizzazione della propria azienda in rapporto di connessione con le attività di coltivazione del fondo, di silvicoltura e di allevamento di animali”.

Segue naturalmente la domanda: chi può essere definito imprenditore agricolo?
Questa seconda definizione è data dall’articolo 2135 del Codice Civile: “è imprenditore agricolo chi esercita (…): coltivazione del fondo, selvicoltura, allevamento di animali e attività connesse”. La legge non lascia dubbi: in un agriturismo non può mancare un’attività legata all’agricoltura o all’allevamento, anche in acqua quindi con il mare, i laghi e i fiumi.

Come avviare un agriturismo

Quella agrituristica è un’attività aziendale in tutti i sensi. Per aprire un agriturismo, così come per avviare una qualsiasi attività, bisogna fare un’attenta previsione degli investimenti necessari per restaurare stabili o edifici pre-esistenti.

Il settore dell’agriturismo, negli ultimi anni, sta subendo un forte calo. E’ necessario che tale settore si reinventi mettendosi al passo con le attuali esigenze in campo turistico.

Bisogna puntare a un nuovo concetto di agriturismo che possa soddisfare le esigenze del nuovo turista.

Nella fase preliminare all’apertura dell’agriturismo dovrete elaborare previsioni di entrate e uscite. Un’attenta pianificazione del bilancio “di massima” dell’attività che tenga anche conto delle quote di ammortamento del capitale investito e dei costi di promozione.

Cosa serve per avviare un agriturismo

Prendete carta e penna e segnate questo elenco che contiene la lista delle cose che occorrono per avviare un agriturismo:

  • Apertura della partita Iva.
  • Conto fiscale.
  • Iscrizione al Registro delle Imprese della Camera di Commercio.
  • Iscrizione al registro regionale degli operatori agrituristici.
  • Autorizzazione del sindaco per lo svolgimento dell’attività.
  • I.n.p.s.
  • I.n.a.i.l.
  • Autorizzazione dei Vigili del Fuoco.
  • Autorizzazione per l’installazione delle insegne e dei cartelli segnaletici stradali.
  • Libretto di idoneità sanitaria.
  • Autorizzazione sanitaria per i locali.
  • Tassa sui rifiuti.
  • Iscrizione alle associazioni di categoria.

Corsi di formazione

Gli imprenditori agricoli che vogliono avviare un agriturismo possono contare su corsi di formazione professionali organizzati dalla Agriturist in collaborazione con l’Enapra. L’Enapra, ente di formazione professionale della Confagricoltura, organizza corsi di introduzione all’agriturismo, corsi di promozione dell’agriturismo, sulla ristorazione di qualità e sull’organizzazione della fattoria didattica.

Corsi aperti a tutti sono spesso organizzati da consorzi agrituristici, camere del commercio territoriali e altri enti riconosciuti a livello di Provincia e Regione.

Come ottenere fondi per aprire un agriturismo, requisiti

Ottenere i fondi per aprire un agriturismo non è impossibile di certo ma richiede il rispetto di requisiti fondamentali. I primi paletti riguardano proprio la destinazione d’uso, si possono ottenere fondi per aprire un agriturismo solamente in questi casi:

  • ristrutturazione e manutenzione straordinaria di edifici del fondo
  • Acquisto di arredi e attrezzature
  • Realizzazione di servizi igienici
  • Realizzazione di infrastrutture per garantire il comfort degli ospiti (impianti di riscaldamento etc.)

A tutto ciò si aggiungono quelli che in materia vengono definiti “requisiti di priorità”, cioè tutte quelle caratteristiche che, per dirla in parole semplici, valgono più punti. Quali sono i requisiti per accedere ai fondi?

  • La posizione geografica in cui sorge l’agriturismo
    Nella graduatoria per l’accesso ai finanziamenti sono privilegiati gli agriturismi nati in una zona montana o svantaggiata o ancora, in una zona rurale di prevalente interesse agrituristico.
  • L’età dell’imprenditore che decide di avviare l’agriturismo
    L’età di colui che conduce l’attività conta, è privilegiato il giovane imprenditore under 40. Ancora meglio se la conduzione dell’attività è svolta da una donna perché in questo modo ci sono anche i vantaggi legati all’imprenditoria femminile;
  • Accoglienza e servizi offerti
    La prestazione di un maggior numero di servizi di accoglienza.

 

 

 

Pubblicato da Anna De Simone il 16 luglio 2017