Auricolari Running e per altri sport

auricolari per running

Se ti piace correre e ascoltare la musica, di certo ti sarai imbattuto in quella bruttissima esperienza: auricolari che cadono, fili che limitano i movimenti del corpo e cadute accidentali del riproduttore musicale proprio a causa delle cuffie inadeguate. 

Qualsiasi runner preferirebbe trascorrere il suo tempo a concludere sessioni di allenamento e non a riordinare cavi aggrovigliati; così, la prima caratteristiche che devono avere dei buoni auricolari per correre è questa: devono essere wireless, senza fili! Ecco perché ti consiglio di scegliere cuffie per praticare sport con tecnologia bluetooth.

Gli auricolari bluetooth possono regalarti un’inedita sensazione di libertà anche se è difficile fare la scelta migliore: sul mercato esistono tante opzioni e può essere complicato individuare le migliori cuffie per correre e per praticare sport in piena libertà.

Quali caratteristiche devono avere dei veri auricolari per running

  • Wireless
    La prima caratteristica l’abbiamo già detta: devono essere bluetooth e quindi senza fili.
  • In ear o con archetto
    Spesso sorge il dubbio: per fare sport, sono meglio gli auricolari in ear o con archetto? Gli auricolari in-ear isolano meglio e trasmettono un suono più pulito, l’unico neo è che spesso chi li usa per la corsa afferma che l’auricolare tende a cadere via dal condotto uditivo.
    Questo dipende dalla forma dello stesso auricolare che non è compatibile con il condotto uditivo, ecco perché è necessario scegliere auricolari che possano adattarsi al proprio dotto uditivo.
    Gli auricolari con archetto non isolano il suolo e hanno lo svantaggio di far sudare la zona circostante al padiglione uditivo. In ogni caso, se vai a correre nella giungla urbana dovresti orientarti su auricolari con archetto proprio perché le cuffie in ear tendono a isolare troppo e non riusciresti a sentire il suono di automobili in arrivo. Andare a correre in pieno centro città non fa bene ai tuoi polmoni e non è neanche una pratica troppo sicura: meglio se per le tue corsette vai a cercarti un parco in periferia! In alternativa puoi allentare leggermente le cuffiette degli auricolari in ear proprio quando attraversi tratti urbani.
  • Sicuri e stabili
    Molte cuffie bluetooth scivolano fuori dal dotto uditivo, quindi meglio orientarsi su un modello che porta un sistema di stabilizzazione della cuffia.
  • Comandi accessibili
    Abbassare e alzare il volume, ripetere il brano o passare avanti…. gli auricolari per la corsa devono consentire la gestione semplice e immediata del lettore multimediale.
  • Durabilità 
    E’ inutile dire che devono essere realizzati con materiali duraturi nel tempo, resistenti e facili da pulire: sì! Gli auricolari da running vanno lavati! Si sporcano anche loro…!
  • Qualità del suono 
    E’ inutile comprare degli auricolari costosissimi per migliorare la qualità del suono quando il vostro lettore multimediale è un semplice smartphone! I riproduttori musicali più usati (smartphone tipo iPhone, Galaxy o lettori come iPod…) trasmettono a 16 ΩI, quindi comprare auricolari in con una impedenza maggiore (tipo 32Ω), non solo è inutile ma anche costoso e peggiora la qualità dell’audio.

Auricolari Running, la mia esperienza

Lo confesso, non sono una grande atleta ma mi piace fare allenamento, esco tutti in giorni in bicicletta (in bici gli di auricolari con i fili sono impensabile), amo la corsa e lo sport in generale così sono stata costretta a cambiare un gran numero di auricolari bluetooth e sempre perché non riuscivo a individuare un paio di cuffie stabili.

Ho risolto con un prodotto inaspettato: un paio di cuffie cinesi da 11 euro! Tuttavia la risoluzione è stata breve: hanno smesso di funzionare dopo una ventina di giorni. Mi avevano suggerito gli auricolari sportivi Sennheiser ma non mi sono trovata affatto bene, così li ho rivenduti su ebay. Finalmente ho trovato ottimi auricolari da corsa a fine aprile, proprio quando le condizioni meteo permettevano uscite più frequenti. Sto parlando degli auricolari “Aukey Headset stereo per sport”, pagati su Amazon (con spedizione gratuita) solo 29,99 euro. Li uso da diversi mesi e con grandi soddisfazioni.

auricolari per corsa

Questi auricolari mi consentono di rispondere al telefono e parlare senza dover estrarre lo smartphone dalla tasca, così come mi permettono di regolare volume, mettere pausa e cambiare brano. Sono perfettamente insonorizzati quindi per chi vorrebbe usarli in centri urbani raccomando la massima prudenza… quando esco di casa in bicicletta ho risolto il problema allentandomi leggermente le cuffie che comunque non cadono perché portano un ulteriore stabilizzatore (hear hooks) che si fissa sulla parte superiore del dotto uditivo, così come mostrato nella foto in alto.

Questi auricolari sono stati studiati per gli sportivi (possono essere considerati a tutti gli effetti auricolari da running) infatti nella confezione non mancano 6 ear hook di diverse dimensioni e 6 earplug (la parte che va inserita nel dotto), si tratta di gommini che si adattano perfettamente al dotto uditivo: funzionano similmente agli adattatori in poliuretano espanso, cioè si modellano in base alle dimensioni del dotto risolvendo il problema della fuoriuscita. Altro vantaggio sta nella possibilità di lavarli, certo non li ho mai messi sotto acqua corrente ma ci passo spesso una spugna umida, soprattutto quando vado in bicicletta su sentieri sterrati e polverosi.

Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirmi su Twitter, aggiungermi su Facebook, tra le cerchie di G+ o vedere i miei scatti su Instagram, le vie dei social sono infinite! :)

Pubblicato da Anna De Simone il 18 luglio 2015