Audi A8 Hybrid

303

Chi intende acquistare la nuova Audi A8 Hybrid a 8 marce deve essere pronto a pagare un prezzo di 83.700 euro. La potenza di un V6 intercalata nel risparmio di carburante che solo la trazione ibrida può concedere. Il motore a quattro cilindri 2.0 TFSI è accompagnato da un propulsore elettrico da 40 kW per una potenza complessiva di 180 kW (245 CV) e 480 Nm di coppia. 

Questo, come riporta il costruttore tedesco, permette a Audi A8 hybrid di accelerare da 0 a 100 km/h in 7,6 secondi e di raggiungere una velocità massima di 235 km/h. Il consumo medio di carburante è incredibilmente basso, con solo 6,2 litri ogni 100 km; le emissioni di CO2 sono limitate a 144 g/km.

I consumi dichiarati dalla casa automobilistica però non trovano riscontro con le prove su strada: sono diverse le critiche negative collezionate dall’ibrida di lusso, soprattutto quando si parla di consumi ma anche le dimensioni e la distribuzione dello spazio sembra aver deluso molti automobilisti.

Tra le versioni dell’A8 Hybrid, quella a passo più corto ha una lunghezza totale di 514 cm, impossibile da parcheggiare ma molto comoda per chi ha un’autista personale e non ha esigenza di spazio. Aprendo il portabagagli si nota che gran parte dello spazio è occupato dal pacchetto dalle batterie agli ioni di litio, così restano solo 335 dmc di spazio sfruttabili.

Chi vuole il massimo del comfort può affidarsi alla versione A8L al prezzo di 92.050 euro o ancora, all’A8L W12 con prezzo a partire da 143.850 euro, qui il proprietario dell’auto potrà godersi i sedili posteriori allestiti facendo in modo da offrire il comfort di un divano.

Ottime le critiche dedicate al cambio Tiptronic così come all’ambiente di bordo, soprattutto con i doppi vetri (optional) che garantiscono una massima insonorizzazione così da viaggiare al centro città in modo del tutto ovattato. L’ambiente accogliente di bordo incontra il massimo quando si attiva la funzione massaggio e ventilazione offerta dai sedili: si può scegliere tra cinque modalità di trattamento che vanno dalle spalle alla colonna vertebrale mentre il cruise control tiene l’andatura programmata (che si disabilità in caso di frenata improvvisa) e il Side Assist sorveglia il traffico.

Pubblicato da Anna De Simone il 11 ottobre 2013