Anticalcare naturale fai da te

Anticalcare naturale

Un buon Anticalcare naturale è senza dubbio più sano dei classici detergenti corrosivi caustici, inoltre è più economico e rispetta le superfici della nostra abitazione. Ecco tutti i consigli sull’impiego di prodotti anticalcare naturali.

I detersivi corrosivi caustici agiscono da anticalcare istantaneo ma si rischia di danneggiare rubinetterie e le vari superficie che entrano in contatto con il prodotto. Purtroppo i prodotti anticalcare che si trovano in commercio sono estremamente corrosivi e spesso opacizzano le superfici con cui entrano in contatto.
I prodotti anticalcare sono molto nocivi per l’ambiente e sono relativamente rischiosi anche per la salute umana. Per questo motivo vi suggeriamo di cercare delle alternative naturali ai classici anticalcare di sintesi proposti dal mercato. Un anticalcare naturale non solo è più salubre, è di certo anche più economico! L’unica differenza tra un anticalcare naturale e un detersivo corrosivo caustico (anticalcare artificiale) consiste nei tempi d’azione: un anticalcare naturale ha bisogno di qualche ora per agire pertanto bisogna trattare le superfici impiegando delle strategie ad hoc!

Anticalcare naturale: l’aceto

Se il calcare ha macchiato il vostro pentolame o i classici bollitori, riempiteli per 2/3 di aceto e 1/3 di acqua. Unite una manciata di sale e scaldate. Togliete dal fuoco e lasciate agire per 12 ore e infine risciacquare.

Per rimuove il calcare dalla rubinetteria vi consigliamo di impregnare un panno nell’aceto bianco puro e impiegarlo per avvolgere o ricoprire la superficie da trattare. Se l’oggetto è abbastanza piccolo consigliamo di immergerlo direttamente in un contenitore con aceto puro. Per un’azione completa, lasciare agire per almeno un’ora. Per approfondire vi rimandiamo all’articolo Come pulire con l’aceto.

Anticalcare naturale: il bicarbonato

Il bicarbonato è un ottimo anticalcare naturale ed è efficace anche per eliminare tracce di muffa e lucidare le superfici come la vasca da bagno. Per usare il bicarbonato come anticalcare naturale vi basterà realizzare un impasto con 3 parti di bicarbonato e una di acqua: porre questa pasta su una spugna e sfregare direttamente sulla zona da trattare.

Anticalcare naturale: aceto e bicarbonato

Come premesso, anche il bicarbonato è efficace contro le macchie e incrostazioni di calcare. Basta miscelarlo con un po’ di aceto caldo ed otterrete un potente anticalcare naturale. Prima dell’applicazione è consigliabile un pretrattamento delle zone interessate con il limone e lasciare agire per almeno 10 minuti. Successivamente strofinate con una spugna imbevuta di bicarbonato e aceto sul calcare poi sciacquate con acqua calda infine asciugate.

L’azione combinata di bicarbonato e aceto può essere sfruttata per eliminare il calcare dal box doccia, dal piatto e dal vetro. Poiché il box doccia è sempre a contatto con l’acqua, con il tempo si forma una patina di calcare.
In realtà sarebbe opportuno prevenirne la formazione del calcare asciugandolo con un panno ogni volta che si utilizza la doccia e infine passare sulle pareti del box doccia una soluzione realizzata con dell’aceto bianco e dell’acqua dolcificata. In ogni caso, per rimuovere le macchie di calcare già presenti, possiamo preparare un composto cremoso a base di aceto bianco e bicarbonato da spalmare sul vetro con l’aiuto di una spugna. Lasciare agire per almeno 15 minuti poi risciacquare con acqua calda e asciugare per bene.

Per approfondire: Rimedi anticalcare fai da te

Pubblicato da Anna De Simone il 25 gennaio 2015