Animali in letargo: cosa dovresti sapere

Animali in letargo

Animali in letargo: quali animali vanno in letargo e cosa significa, esattamente, quando un animale va in letargo? Ecco tutti i dettagli che dovresti conoscere. Se la natura ti affascina, un animale in letargo dovrebbe destare il tuo stupore, il motivo? Non tutti gli animali vanno in letargo allo stesso modo!

Noi umani abbiamo i sistemi di riscaldamento… ma gli animali? Come fanno a resistere al freddo invernale? Le strategie sono tante. Alcuni animali affrontano lunghe migrazioni per trascorrere l’inverno dove il clima è più mite. Per alcuni animali basta la pelliccia ma per altri, che non hanno la possibilità di percorrere migliaia di chilometri per ripararsi, esiste il letargo. Già, il letargo è una strategia messa in atto da alcuni animali per sopravvivere al freddo invernale.

Animali in letargo

A grandi linee, il letargo può essere descritto come un sonno prolungato a cui alcuni animali ricorrono per risparmiare energie, evitare la carestia stagionale e ripararsi in un luogo sicuro in attesa della bella stagione.

Durante il letargo, la temperatura corporea degli animali si abbassa sensibilmente: il metabolismo si mantiene al minimo, il battito cardiaco rallenta e si vanno a creare delle condizioni che consentono all’animale di sopravvivere senza mangiare, utilizzando per il sostegno del metabolismo basale le riserve di grasso che hanno. Quindi il letargo non è semplicemente come infilarsi sotto le lenzuola! Gli animali, semplicemente, non dormono ma abbassano al minimo il loro consumo di energia e per questo si addormentano.

Sembra un tecnicismo ma è così! Non devi pensare che “un animale si addormenta e quindi va in letargo” ma se mai l’opposto: “l’animale va in letargo e quindi dorme”.

Non tutti gli animali vanno in letargo nello stesso modo, alcuni neanche dormono in modo definitivo.

Tra gli animali in letargo in questo periodo d’inverno, sicuramente conoscerai l’orso! L’orso non crolla in un sonno profondo, non pratica un ritiro completo: è in grado di svegliarsi nelle ore più calde dell’inverno e addirittura uscire fuori dalla tana.

Al contrario, tra gli animali che vanno in letargo in modo più “estremo”, citiamo marmotte e ghiri.

La marmotta è una vera dormigliona, così come il ghiro, si ritira nella sua tana in autunno e ne esce solo in primavera. Il letargo non solo abbassa la temperatura corporea per sopravvivere al freddo, ma consente anche di risparmiare energie così da evitare la caccia in condizioni difficili come quelle invernali.

Animali che vanno in letargo

Tra gli animali che vanno in letargo non figurano solo mammiferi e animali a sangue caldo. Un buon numero di piccoli animaletti va in letargo. Il simpatico rospo si sente gracidare fino all’autunno inoltrato ma non oltre! Il motivo? Va in letargo rifugiandosi sotto una pietra o in qualche fessura ben nascosta. Le lucertole vanno in letargo anche se, nel Meridione d’Italia, non è raro sorprenderle nelle zone di campagna, durante le giornate più soleggiate! Le lucertole, quando vanno in letargo, non preparano una propria tana ma “rubano” la tana a qualche roditore, oppure si rifugiano in fessure nei muri o finanche nei marciapiedi dei centri urbani più “vivibili”.

Quali animali vanno in letargo?

Ecco l’elenco degli animali che vanno in letargo:

  • Marmotte
  • Scoiattoli
  • Ghiri
  • Criceti
  • Ricci
  • Pipistrelli
  • Serpenti
  • Lucertole (così come molti rettili)
  • Tartarughe
  • Rane
  • Insetti
  • Topi
  • Moscardino
  • Topo quercino
  • Tasso
  • Procioni
  • Puzzole
  • Orso bruno
  • Rospi (così come un buon numero di anfibi)

Il criceto va il letargo? Sì, nell’elenco degli animali che vanno in letargo d’inverno figurano anche i criceti. Se hai letto con attenzione quanto detto prima, capirai che i criceti che tieni in cattività, in casa, non vanno in letargo.

Quindi, alla domanda: i criceti vanno in letargo? La risposta è: in natura sì, quando il criceto è allevato in cattività, no!

Il letargo, infatti, non è scandito da un orologio biologico autonomo, tale “orologio biologico” è condizionato dalle temperature, dalle condizioni luminose e da altri fattori. Quando il criceto è tenuto in casa, dove le temperature sono costanti lungo tutto l’anno, il letargo non s’innesca.

Lo scoiattolo va in letargo? 
Come premesso, il letargo non è uguale per tutti! Lo scoiattolo non va in completo letargo durante l’inverno. Si limita ad alternare periodi di sonno prolungato con periodi di modesta attività per la ricerca del cibo.

Pubblicato da Anna De Simone il 4 Febbraio 2019