Aziende italiane e ambiente al CSR European Award

csr-premiati

Dietro alle migliori iniziative di corporate social responsibility CSR nel mondo delle imprese vi sono, sempre più spesso, partnership multistakeholder. Tra i soggetti coinvolti nelle iniziative premiate dalla Commissione UE nell’ambito dello European CSR Award figurano infatti: istituzioni pubbliche (26), organizzazioni non-profit (43), università (9) e imprese sociali (7), con cui le aziende tendono a costruire rapporti di collaborazione continuativa nel tempo.

Un’altra tendenza emergente è che le partnership di CSR sviluppate dalle imprese affrontano soprattutto la tematica ambientale, la formazione e l’inserimento lavorativo dei giovani, l’inclusione sociale, la salute, lo sviluppo delle economie locali. Un terzo trend evidenzia che a realizzare progetti di partnership di corporate social responsibility sono soprattutto aziende dei settori food&beverage, grande distribuzione e IT.

L’edizione italiana dello European CSR Award ha visto la partecipazione di 45 grandi imprese e 15 Pmi. Per la categoria grandi imprese ha vinto Barilla, mentre fra le Pmi si è distinta Guna. Una Menzione Speciale è stata assegnata a UniCredit. Qui di seguito trovate le motivazioni che hanno portato la Commissione UE a premiare le tre realtà italiane.

Barilla è stata premiata per uno studio multidisciplinare di agricoltura sostenibile. Nel 2009 Barilla, in collaborazione con HORTA dell’Università Cattolica di Piacenza, ha avviato uno studio per verificare la possibilità di incrementare l’efficienza dei sistemi di coltivazione e la qualità del prodotto, per poi fornire al gli strumenti per migliorare la redditività globale delle aziende agricole e l’impatto ambientale della produzione di campo. In questo progetto i produttori di grano duro hanno potuto raggiungere, attraverso l’utilizzo del Decalogo della Coltivazione messo a punto dall’azienda, risultati significativi in termini di riduzione dei costi di coltivazione e delle emissioni di CO₂ (-30%) e il miglioramento della resa dei terreni (+20%).

Guna è stata premiata per il progetto Medicina Interculturale in Paraguay. Medicina interculturale è un progetto pluriennale realizzato da Guna in collaborazione con COOPI allo scopo di rivalutare le tradizioni locali, offrire impiego ai giovani indigeni emarginati e contribuire a migliorarne l’accesso alla sanità. Nel 2011 è stato sottoscritto l’accordo alla base dell’iniziativa, mentre nel 2012: è stato ampliato il laboratorio adibito al confezionamento dei prodotti, lavaggio e macinatura delle erbe; sono state costruite 2 cisterne interrate da 20mila e 40mila litri per raccogliere l’acqua piovana; sono stati prodotti i primi sciroppi, saponi e shampoo. Ad oggi sono state distribuite nel territorio regionale più di 12mila confezioni da un litro di sapone liquido, 4.800 confezioni di shampoo da 250 ml, 4.800 confezioni da 100 ml di sciroppi e 740 confezioni da 100 capsule di Moringa olifera. GUNA ha ora allo studio la possibilità di industrializzare alcuni principi attivi della regione del Chaco per realizzare farmaci in Europa.

UniCredit è stata premiata per l’iniziativa Your Choice, Your Project. Your Choice, Your Project è lo strumento che UniCredit, attraverso UniCredit Foundation, ha promosso per coinvolgere i propri dipendenti di tutta Europa nella fase finale del processo decisionale di assegnazione di contributi a favore di progetti realizzati da organizzazioni non-profit. L’iniziativa ha coinvolto 9 Paesi: Bosnia Erzegovina, Bulgaria, Croazia, Italia, Polonia, Romania, Slovacchia, Slovenia, Ucraina. Dopo un’attività di scouting nelle diverse aree territoriali per identificare i bisogni emergenti, è stata proposta una rosa di progetti, specifica per ogni singolo Paese, da sottoporre al voto dei colleghi. In questo modo l’azienda, grazie alla partecipazione di 38mila dipendenti, ha sostenuto 58 progetti per un totale di 2.614.000 euro donati.

Pubblicato da Michele Ciceri il 13 settembre 2013