Amaranto: proprietà e ricette

amaranto

Amaranto proprietà e ricette: ecco come preparare gustose ricette dolci e salate a base di amaranto. Proprietà nutrizionali e info.

L’amaranto è una pianta erbacea che conta circa 60 specie differenti! Solo poche le varietà di amaranto commestibili. Sono infatti commercializzate per uso alimentare le seguenti varianti: Caudatus, Cruentus e Hypochondriacus.

La pianta di amaranto ha origini Statunitensi ma ormai è coltivata in tutt’Europa, anche in Italia! Negli ultimi anni anche la cultura culinaria italiana sta riscoprendo l’amaranto, viste le sue innumerevoli proprietà e la possibilità di creare tante ricette gustose e salutari.

Amaranto proprietà e ricette: in questo articolo scopriremo come preparare piatti a base di amaranto e perché dovremmo scegliere questo prodotto per la salute (nostra e dei nostri cari).

Amaranto proprietà: proteine vegetali, anticorpi e nutrimento per pelle, ossa e capelli

Trai semi commestibili, quelli di amaranto, sono fra i più proteici. E non è tutto. Oltre ad essere un ottimo sostituto per le persone che seguono un’alimentazione vegana, (o vegetariana), l’amaranto contiene anche la lisina. Questo aminoacido essenziale è un vero toccasana per la salute dei capelli, infatti è contenuta nella cheratina, presente in cosmetici per la cura e ristrutturazione del capello.

Se consumata con la vitamina “C” la lisina contenuta nell’amaranto, stimola la formazione del collagene, che aiuta a mantenere la pelle giovane ed elastica.

La lisina inoltre contribuisce alla formazione degli anticorpi, ormoni della crescita e contribuisce a “fissare” il calcio nelle ossa.

Inoltre la lisina contenuta nell’amaranto aiuta a prevenire dal tanto odiato virus dell’Herpes labiale, irritante e fastidioso.

Vi ricordiamo inoltre che, essendo privo di glutine, l’amaranto è indicato anche per l’alimentazione delle persone celiache.

Ricette con l’amaranto

Perché non sfruttare tutte queste proprietà nutrizionali dell’amaranto per mangiare i maniera più sana? Ecco qualche idea per usare i semi di amaranto sia per piatti dolci che salati. Ecco gli ingredienti e il procedimento per creare piatti sani e gustosi con l’amaranto.13

Amaranto, piatti salati

Risotto zucca e amaranto

I semi di amaranto possono essere utilizzati sia da soli che con altri cereali). In questa ricetta utilizzeremo il riso ma voi potete sostituirlo anche con altri cereali come farro o orzo perlato.

Ingredienti per preparare il risotto zucca e amaranto

  • Mezzo kg di zucca;
  • 100 grami di riso;
  • 60 grammi di amaranto;
  • uno scalogno;
  • brodo vegetale q.b.
  • 50 grammi di parmigiano grattugiato;
  • sale e pepe q.b.
  • olio extravergine q. b.

Risotto zucca e amaranto: procedimento

  1. Innanzitutto sciacquare in acqua corrente e cuocere l’amaranto in acqua bollente, seguendo le istruzioni riportate sulla confezione;
  2. Nel frattempo sminuzzare lo scalogno, lasciatelo rosolare in padella con un goccio di olio extravergine, salate;
  3. Tagliare la zucca a cubetti ed aggiungerla in padella con del brodo vegetale, coprire e fatela ammorbidire fin quando non diventerà una purea;
  4. Aggiungete il riso e altro brodo vegetale, mescolare di tanto in tanto;
  5. 5 minuti prima di completare la cottura, aggiungere l’amaranto cotto e lasciate “risottare” ;
  6. A fuoco spento e cottura ultimata mantecare con il parmigiano e aggiungere una spruzzata di pepe;
  7. Servire caldo e buon appetito!

Dolci con l’amaranto

I semi di amaranto sono davvero versatili ed utili alla preparazione di tantissime ricette dolci e salate. Ecco a voi qualche esempio per utilizzare l’amaranto in cucina.

Ricette con l’amaranto: cheese-cake

Avete capito bene, l’amaranto può essere utile anche per preparare il golosissimo dolce americano. La naturale consistenza dell’amaranto infatti donerà profumo e croccantezza alla vostra torta.

Amaranto Cheese-cake ingredienti della ricetta

Per il biscotto dell’ amaranto cheese-cake :

  • 300 grammi di biscotti integrali;
  • 100 grammi di amaranto;
  • 200 grammi di burro

Per la crema:

  • 550 grammi di yogurt greco;
  • 5 uova;
  • 250 grammi di zucchero.
  • Marmellata q.b. per la copertura

Istruzioni per fare l’amaranto cheese-cake

  1. Far tostare in padella i semi di amaranto;
  2. Frullare i biscotti e aggiungere al composto l’amaranto;
  3. Sciogliere il burro ed aggiungerlo ai biscotti sbriciolati e amaranto;
  4. Disporre le polveri in uno stampo a cerniera ricoperto da carta forno;
  5. Nel frattempo montare le uova con lo zucchero fino ad ottenere una crema chiara e spumosa;
  6. Sempre utilizzando un frullatore, far amalgamare lo yogurt greco alle uova semimontate;
  7. Una volta otenuta una crema liscia e omogenea versarla nello stampo a cerniera;
  8. Infornare per circa 1 ora a 160°, (ricordate di coprire con un foglio di carta argentata per non far bruciare la superficie e controllate di tanto in tanto lo stato della cottura poiché a seconda del forno la temperatura può subire variazioni).
  9. Fate raffreddare ed in un pentolino a fiamma bassa fate sciogliere la marmellata;
  10. Spalmate la marmellata sciolta sull’ Amaranto cheese-cake e lasciate in frigo fino al momento di servirla!

Polpette di amaranto e peperoni con salsa alla senape

Ingredienti per preparare succose polpette di amaranto e peperoni

  • 100 grammi di amaranto;
  • 1 peperone rosso;
  • Un albume;
  • Succo di limone.

Per la salsa d’accompagnamento

  • -Due cucchiai di maionese;
  • -un cucchiaino di senape.

Polpette di amaranto e peperoni: procedimento

  • Lavate i semi di amaranto e fatelo cuocere in modo in acqua bollente;
  • Tagliate la cipolla ed i peperoni privati dei semi;
  • In una padella fate appassire la cipolla, aggiungete i peperoni e fate cuocere a fuoco lento;
  • Mescolate l’amaranto con i peperoni;
  • Una volta raffreddato aggiungere il succo di limone e l’albume d’uovo che farà da addensante;
  • Con le mani bagnate formare delle polpette di amaranto;
  • Disporre le polpette in una teglia irrorare con dell’olio extravergine d’oliva e cuocete a 250° in forno per una decina di minuti;
  • Servire le polpette caldee accompagnarle da una salsa fatta con maionese e senape

Pubblicato da Anna De Simone il 13 febbraio 2016