Forno a vapore, tutte le informazioni

forno a vapore

Forno a vapore: prezzi, come funziona, tecnologia impiegata, consigli e info per conoscere questo mezzo di cottura professionale.

La cottura al vapore preserva il sapore e le proprietà nutrizionali degli alimenti. Il cibo non entra in contatto diretto con l’acqua così come avviene con la bollitura, ma cuoce grazie al vapore che garantisce una cottura omogenea e rispettosa delle proprietà nutritive. Di recente si stanno diffondendo i forni che offrono la possibilità di cuocere gli alimenti a vapore.

Il forno a vapore è un apparecchio che implementa il sistema a vapore a quello a termoconvezione. Se diversi anni fa la novità dell’evoluzione del forno erano le ventole (forno ventilato), oggi la funzione surplus dei classici forni elettrici è data dalla possibilità di cuocere a vapore gli alimenti.

In commercio esistono forni a vapore dedicati o forni che offrono più modalità di funzionamento:

  • statico
  • ventilato
  • a vapore

In un forno a vapore l’acqua viene vaporizzata e messa in circolo dal sistema ventilato. In termini pratici, prima della cottura, l’utente dovrà riempire un piccolo serbatoio integrato nel corpo del forno. Nel forno è integrata una caldaia ausiliaria che portando l’acqua alla temperatura di 100 °C la trasforma in vapore acque.

Per garantire un corretto funzionamento del forno a vapore, la caldaia deve essere periodicamente decalcificata per eliminare eventuali depositi di calcare (vi basterà usare delle soluzioni a base di aceto o di limone!).

Grazie alla cottura nel forno a vapore è possibile arrivare a risparmiare fino al 20% di energia rispetto alla cottura classica. Nel forno a vapore si possono cucinare tutti i cibi umidi quali carni, pesci e verdure. In caso di pizze, impasti e panettoni, la tecnologia a vapore può tornare utile per mantenere costante una certa umidità nella camera di cottura.

Nel forno a vapore bisognerà imparare a gestire in modo ottimale la temperatura e i tempi di cottura a vapore. Le temperature, in un forno, vanno impostate in modo differente in base alla modalità usata. In genere, il forno ventilato richiede temperature più basse rispetto al classico forno statico. Impiegando solo la cottura a vapore, la temperatura può variare dai 30 ai 120 °C. Se si combina la cottura a vapore con la termoconvezione, allora le temperature possono salire tra i 100 e i 250 °C, questo abbinamento è più utile per cucinare arrosti, dolci e altri impasti.

Forni a vapore, prezzi e modelli

Tra i modelli più popolari segnaliamo l’Electrolux Rex ROB 6440 AOX che si compra online al prezzo di 474,71 euro con spese di spedizione gratuite. Si tratta di un forno innovativo multifunzione della linea di Rex Electrolux. Questo forno non cucina solo a vapore ma offre altre modalità di cottura. Il serbatoio del vapore si ricarica mediante una vaschetta di carico (a scomparsa) posta a destra del pannello frontale.

La cottura a vapore consente di preservare più del 50% delle vitamine rispetto agli altri metodi di cottura e risparmiare energia pari al 20% mantenendo inalterati i sapori.

La cottura a vapore per conservare gli alimenti

La cottura a vapore può essere un’ottima soluzione se avete la mania di comprare lotti di cibo solo perché in offerta: potete cuocere gli alimenti a vapore e conservarli più a lungo, anche sottovuoto.

Pubblicato da Anna De Simone il 14 febbraio 2016