Alternative naturali al sale da cucina

alternative sale da cucina

Alternative al sale da cucina: esistono molte alternative naturali al sale da cucina. Ipertensione arteriosa e ritenzione idrica sono quei fattori che spingono il consumatore a cercare alternative più sane all’impiego di sale in cucina

Se consumato entro un certo dosaggio, il sale da cucina non è dannoso. Il problema è che la gran parte di prodotti che troviamo in commercio è arricchito con sale, così, inconsapevolmente, ci ritroviamo a ingerire molto più sale del dovuto.

Chi soffre di ipertiroidismo e pressione alta, dovrebbe astenersi dal consumo di sale e prestare particolare attenzione ai cibi pre-confezionati, prodotti da forno e alimenti particolarmente raffinati: il sale può nascondersi ovunque!

Quando siamo in cucina, però, decidiamo noi dove aggiungere un pizzico di sale oppure, più saggiamente, dove usare un’alternativa naturale al sale.

Come sostituire il sale in cucina

  • Erbe aromatiche 
    Le erbe aromatiche sono un vero toccasana per la salute e riescono a insaporire qualsiasi pietanza in modo naturale. Sono ideali per sostituire il sale in cucina e la scelta dei sapori è molto ricca!
  • Aceto 
    L’aceto è un condimento che, a crudo, può sostituire sale e olio. L’aceto di mele, per esempio, è un valido sostituto del sale nelle insalate: esalta il sapore della verdura senza coprirlo.

sale nero delle hawaii

  • Sale nero delle Hawaii
    Comporta meno rischi a livello di ipertensione arteriosa rispetto al sale marino tradizionale, tuttavia bisogna sempre moderarne il consumo. Il sale nero delle Hawaii è popolare per le sue proprietà disintossicanti: è arricchito con elementi minerali di lava vulcanica e carbone attivo.
  • Miso
    Sconsigliato a chi soffre di pressione arteriosa, infatti il miso è un preparato a base di soia, cereali e sale marino.
  • Salsa di soia
    Assolutamente sconsigliato a chi soffre di ipertensione o problemi alla tiroide. La salsa di soia, seppur citata tra i sostituti del sale in cucina… è ricca di sale. :) La annoveriamo, così come fatto per il miso, solo per dovere di cronaca.
  • Sale rosa dell’Himalaya 
    Il sale dell’Himalaya non è consigliato a chi soffre di ipertensione, disturbi alla tiroide o a chi ha problemi di ritenzione idrica, tuttavia, per chi cerca alternative al sale da cucina, può tornare utile.
  • Oli essenziali
    Sì, è possibile adoperare gli oli essenziali per uso alimentare. Gli oli essenziali in cucina possono essere ottimi sostituti del sale.
  • Limone 
    Il succo di limone è una fresca alternativa naturale al sale. Utilissimo per insaporire carne e pesce, amato anche su verdure cotte e crude!
  • Gomasio 
    Così come la soia e il miso, anche questo condimento è ricco di sale. Il gomasio è un condimento tipico giapponese a base di semi di sesamo tostati. Non è adatto a chi non può consumare sale per motivi di salute.
  • Curcuma 
    Spezia dalle tante proprietà benefiche, caratterizzata da un colore giallo intenso, è un utile condimento per pietanze di ogni tipo.

Attenzione! 
Se soffri di ipertiroidismo, ipertensione arteriosa o qualunque altra disfunzione organica, la cosa più saggia da fare è fissare un appuntamento con un esperto nutrizionista che potrà suggerirti una tabella alimentare ad hoc. Sono molte le disfunzioni che si possono curare con la dieta, in più la dieta può essere un ottimo coadiuvante a trattamenti già in atto.

Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirmi su Twitter, aggiungermi su Facebook, tra le cerchie di G+ o vedere i miei scatti su Instagram, le vie dei social sono infinite! :)

Ti potrebbe interessare anche l’articolo “Tipi di sale e proprietà

Pubblicato da Anna De Simone il 7 luglio 2015