Agata, proprietà e cristalloterapia

agata proprietà

Agata, proprietà ed effetti sui chakra. Benefici dell’agata in cristalloterapia, formula chimica, varietà di agata, dove trovarla e come usarla.

Agata, proprietà del minerale

L’agata è una varietà compatta e fibrosa di quarzo. La sua particolare struttura zonata si può ammirare anche a occhio nudo grazie alle stratificazioni di colore.

La sua formula chimica di riferimento è: SiO2 + Al, Ca, Fe, Mn. L’agata è dunque un minerale a che si forma per deposizione ritmica di silice e contiene alluminio, calcio, ferro e manganese. Questi elementi si accumulano nelle piccole o grandi cavità di rocce basaltiche; è la modalità di accumulo e accrescimento a conferire alla pietra di agata quella caratteristica coloritura a strisce. Esistono diverse varietà di agata come, per esempio:

  • Agata fortezza
  • Agata muschiata
  • Agata di fuoco
  • Agata rossa

Quando altri cristalli riempiono completamente il cuore dell’agata si parla di Mandorla d’agata, se l’agata è vuota al suo interno, si parla di geode.

Agata e chakra

La cristalloterapia è definita come una forma di medicina alternativa pseudoscientifica. Tale tecnica mira a sfruttare i presunti poteri dei cristalli per ripristinare gli equilibri fisiologici e psichici.

Tale metodo associa a ogni cristallo uno dei diversi chakra. I chakra collegati all’agata sono diversi, perché differenti sono le forme mineralogiche dell’agata.

Nella foto in alto, sezioni di agata blu, quarzo, agata viola e agata marrone.

chakra collegati all’Agata sono:

  • Primo chakra Muladhara (Radice) per le pietre nere e grigie.
  • Secondo chakra Svadhishthana (Addome) per l’agata più comune, cioè con striature di toni caldi e in prevalenza di arancio e di rosso.
  • Terzo chakra Manipura (Ombelico e Plesso Solare) per le pietre di agata con prevalenza di giallo.
  • Quarto chakra Anahata (Cuore) per le varietà verde e rosa, muschiata.
  • Quinto chakra Vishudda (Gola) per quella blu e questa pietra ha molte analogie con il lapislazzuli.

Agata, proprietà in cristalloterapia

Le proprietà dell’agata in cristalloterapia differiscono in base alla varietà dell’agata e quindi al suo colore. In base al colore, l’agata può essere associata a varie elementi e chakra.

All’elemento fuoco si associa l’agata marrone (sardonice), l’agata nera e l’agata rossa.

All’elemento terra si associa l’agata bianca e nera, l’agata muschiata e l’agata verde.

All’elemento acqua si associa l’agata blu che, come premesso, condivide le sue proprietà con il lapislazzuli.

Agata, benefici

Nella cristalloterapia l’agata è considerata una pietra protettiva per l’intero organismo.

Tra i suoi benefici ed effetti segnaliamo quello di proteggere il feto e le donne in gravidanza. E’ portatrice di prosperità così è considerata utile nel contrastare sterilità e impotenza.

La cristalloterapia associa all’agata la facoltà di contrastare crampi muscolari, mal di schiena e mal di testa. L’agata riuscirebbe a proteggere e fortificare reni, polmoni, stomaco, fegato e cervello.

Come il lapislazzuli, l’agata rafforza la vista ed è utile nel contrastare congiuntivite e altre affezioni a carico oculare.

L’agata blu acuisce la concentrazione, migliora l’auto-consapevolezza, rafforza il pensiero logico, la lucidità e l’intelligenza emotiva. L’agata rossa rafforza l’immagine di sé e conferisce sicurezza. L’agata marrone e nera conferisce realismo, stabilità e senso pratico.

In tutte le sue varietà, l’agata favorisce l’armonia con se stessi e nei rapporti con il prossimo e stimola l’equilibrio tra Yin e Yang.

Come usare l’agata

L’agata può essere indossata in forma di ciondoli o monili vari ma i migliori effetti, stando alla cristalloterapia, si ottengono disponendo pietre di agata agli angoli di confine negli ambienti in cui si passa molto tempo.

Ponendo pietre di agata negli ambienti domestici, si andrebbero ad attenuare e allontanare disarmonie di ogni sorta, migliorando il rapporto tra i vari familiari.

Se la stessa agata la si vuole usare per ottenere benefici fisici, bisognerà lavarla per via preliminare sotto acqua corrente. L’acqua riesce a purificare l’agata liberandola dalle disarmonia accumulate con il tempo.

Dove comprare l’agata? Sono molte le proposte presenti su Amazon. Questa pietra naturale è di facile reperibilità. Tra le varie proposte vi segnalo delle sezioni di agata vendute come segnalibri ma che sono perfetti da applicare ai due angoli di una stanza, ai margini di un ingresso o della casa. E’ importante tenerli nel proprio campo visivo per acuirne l’effetto sulla sfera psichica.

Per tutte le informazioni sul prodotto e le foto vi invito a visitare la pagina dedicata: scheda del prodotto.

Pubblicato da Anna De Simone il 23 luglio 2017