Acido succinico: dove si trova e usi

Acido succinico

Acido succinico, meno noto di altri acidi, è un composto che deriva da materie prime naturali ed è quindi da ritenersi assolutamente innocuo. Da solo si presenta come una polvere di colore bianco e aspetto cristallino, aroma di limone. Vediamo da cosa si ricava e come lo si può utilizzare nel settore alimentare e anche i quello cosmetico, ma lo si trova anche nel vino.



Acido succinico: dove si trova

Rientra nella categoria degli acidi carbossilici e in natura lo troviamo facilmente. E’ infatti presente in numerosi frutti, soprattutto se ancora acerbi, oppure nelle verdure come la lattuga. Estratto per la prima volta dall’ambra si presenta come un solido cristallino bianco molto solubile in acqua e, se riscaldato, perde una molecola di acqua trasformandosi in anidride.

L’acido succinico può essere ed è prodotto per via sintetica, anche, per poi esser usato nella sintesi di farmaci come antispasmodici, espettoranti, diuretici, oppure per creare sostanze plastiche come resine alchidiche, poliestere. Anche durante la fermentazione alcolica spunta questo acido, in minime quantità.

Acido succinico

Acido succinico: proprietà

Ricorda come gusto l’acido citrico, è naturale, derivando dall’ambra naturale, ed è molto usato nel campo medico anche per il fatto che non presenta effetti collaterali negativi se assunto in dosi normali. Questo suo vantaggio deriva dal fatto che è un costituente delle cellule per cui viene degradato dal corpo, l’unico difetto degno di nota è che può provocare dei problemi di digestione, ecco perché quando è inserito come additivo in alcuni alimenti, non è sempre apprezzato. Dall’acido succinico si può ricavare anche composto detto succinato che, attraverso il ciclo di Krebs, produce il fumarato.

Acido succinico: usi

Nel settore alimentare l’acido succinico è considerato un ottimo regolatore di acidità e anche un aromatizzante. Se leggiamo con attenzione le etichette di alcuni dolci e prodotti da panetteria non stupiamoci nel trovarlo tra le righe.

Acido succinico

Nella cosmetica è oggi apprezzato perché, naturale ed estratto dalle piante, ma con visibili proprietà esfolianti e cheratolitiche. Ne contengono delle percentuali i prodotti che vengono venduti per restituire luminosità alla pelle oppure per contrastare l’avanzare dell’età. Anche le creme per pelle spessa, ruvida e opaca possono contenere acido succinico che funzionerebbe anche quando si tratta di eliminare i calli.

Acido succinico in farmacia

Utilizzato per rendere i farmaci in forma di pasticche, l’acido succinico si trova in farmaci come antispasmodici, espettoranti, diuretici.

Acido succinico: prezzo

Un prodotto contenente acido succinico come questo detergente anti anti-invecchiamento, naturale, con acido ialuronico e succinico, può costare se comprato on line solo 50 euro in una confezione da 150ml, con effetto tonificante.

Acido succinico

Acido succinico: vino

Durante la fermentazione alcolica si forma questo acido, anche, oltre ad altri, ma non è il responsabile dell’eventuale sapore acido che un vino può avere. Il suo ruolo è invece determinante quando si tratta della sapidità, ovvero delle caratteristiche definibili con parole come “salato-amaro-acido”. Quando un vino è giovane, grazie all’acido succinico, è più “vinoso”.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Ti potrebbe interessare anche

Pubblicato da Marta Abbà il 22 settembre 2017