A Roma, il Gran Premio di Formula E

Via abbiamo già parlato della Formula E, la competizione automobilistica che vede garaggeiare le più potenti auto elettriche del globo. Il primo campionato dedicato esclusivamente ai motori elettrici. Ciò che non vi abbiamo detto è che il primo Gran Premio di Formula E si terrà a Roma il prossimo 2014.

Ebbene sì, sarà proprio la capitale italiana a ospitare il primo Gran Premio di Formula E. La presentazione ufficiale del progetto si è tenuta qualche giorno fa presso il Campidoglio. E’ stato Jean Todt, l’ex direttore della Ferrari, a desiderare fortemente questo evento sportivo. Jan Todt, ora presidente della FIA, insieme al CEO di Formula E holdings, Aleajandro Agag e il sindaco di Roma Gianni Alemanno, hanno presentato il Gran Premio di Formula E rivelando dei dettagli appetitosi sulle auto elettriche che scenderanno in pista.

Le auto elettriche da Formula E sono in grado di passare da 0 a 100 chilometri orari in circa 3 secondi, la velocità raggiunta è di 220 km/h. Il campionato è aperto a qualsiasi produttore ma nel primo anno saranno messi a disposizione 40 prototipi di auto elettriche realizzati dalla McLaren.

Il campionato vedrà la partecipazione di dieci team, le scuderie conteranno due piloti e quattro vetture. Non mancheranno i classici pit stop con la differenza che non ci sarà il classico cambio di pneumatici… durante il pitstop sarà sostituita l’intera vettura! Le auto elettriche da corsa, per scendere in pista con la massima leggerezza, hanno batterie che garantiscono una durata di 20/25 minuti al massimo della velocità, è per questo che ogni scuderia avrà 4 vetture. Il premio in palio per i piloti sarà di 4 milioni di euro, 400 mila per ogni gara, e 2 milioni per il team vincente.

La pista sarà lunga circa 3 km e la formula sarà quella dei play off con due sessioni di prove libere la mattina. I primi 8 piloti si scontreranno in un due contro due, per un totale di sette gare brevi che dureranno dai 5 ai 10 minuti tre quarti di finale, semifinali e finali. E’ durante la finale che sarà necessario il pit stop per la sostituzione della vettura, la finale avrà la durata di un’ora.

Pubblicato da Anna De Simone il 8 dicembre 2012