A Napoli parte il Bee-Green Mobility Sharing

Già da qualche giorno è partito a Napoli il progetto Bee-Green Mobility Sharing, il servizio di mobilità sostenibile che consente ai cittadini di avere a disposizione un’auto o una bici elettrica.

Se parlo di Bee-Green Mobility Sharing mi riferisco al nuovo servizio offerto dalla azienda Bee che consiste nel sottoscrivere un abbonamento annuale grazie al quale il cittadino avrà a sua disposizione una carta elettronica. L’utente potrà prenotare la propria auto o la propria bicicletta sul sito internet bee.it oppure chiamando al numero verde indicato sul sito. Una volta recatosi presso uno dei Bee Point della città, potrà sfiorare il cruscotto con la carta elettrica in possesso e partire. Nel momento in cui la vettura viene messa in moto scatta la tariffazione che prevede costi inferiori di oltre la metà rispetto ai prezzi medi dei servizi di sharing a livello europeo.

In un momento di forte crisi, questo importante progetto dà la possibilità di poter usufruire della vettura senza tutti i costi relativi al possesso di un’auto tradizionale; si eliminano così le spese di assicurazione, quelle relative alla manutenzione, al carburante e al possesso. Non solo! Si potrà contribuire alla salute dell’ambiente: le auto elettriche sono a emissioni zero, ma soprattutto ogni vettura in sharing soddisfa potenzialmente le necessità di circa 100 utenti, il che significa 99 auto in meno sulle strade della città partenopea per ogni mezzo ecocompatibile.

La Siemens è uno dei principali collaboratori del progetto, non a caso si impegna da diversi anni nella crescita e nella diffusione degli investimenti green nella città. Grazie alla sua divisione Smart Grid in collaborazione con la partnership  Bee, si è potuto realizzare un sistema di gestione ad hoc per la mobilità delle vetture elettriche. Le auto messe a disposizione sono le Renault Twizy, autovetture elettriche al 100%.

Pubblicato da Anna De Simone il 19 settembre 2012