LightBird, la lampada solare

Il senso della vista può essere esercitato solo in presenza dalla luce, è per questo che l’illuminazione elettrica è necessaria. In estate, quando tutti i condizionatori sono attivi, sono frequenti i black out, la crisi energetica rende la luce un bene ancor più prezioso. Abbiamo bisogno della luce elettrica proprio quando cala il sole. L’energia solare è una risorsa da valorizzare proprio nelle ore di buio. E’ con questo scopo che nasce LightBird, un accessorio pronto a regalare nuove esperienze di luce nelle ore di buio.

Come un piccolo ventaglio, la LightBird spiega la sua ala fotovoltaica e durante il giorno riesce ad assorbire l’energia solare. Grazie ai suoi materiali di fabbricazione, può ancorarsi a qualsiasi superficie, dal muro di casa alle poltrone del giardino, LightBird può illuminare ovunque. La zona fotovoltaica è flessibile e può essere richiusa durante la notte e spalancata durante il giorno, l’area cche si occupa dell’illuminazione è costituita da una luce a LED ad alta efficienza capace di consumare il 70% in meno di energia e avere una durata di ben 4 volte in più a quella di una classica lampadina a incandescenza.

LightBird è un progetto di illuminazione realizzato dal Designer Industriale di Seoul, originario della Corea del Sud, Jang Eunhyuk. LightBird non è l’unico approccio del designer Jang all’energia solare. In passato abbiamo visto il SolarLoop, un dispositivo che fungeva da lampada in assenza di collegamenti elettrici.

 

Pubblicato da Anna De Simone il 18 settembre 2012