Zealandia: nuovo continente

Zealandia, così si chiama il nuovo continente, l’ottavo, che è “spuntato” a sorpresa da un articolo scientifico del 2017 e che rischia di obbligarci ad andare ad aggiornare libri e cartine di tutto il mondo, in tutto il mondo. Questo continente si troverebbe nelle profondità del Pacifico sudoccidentale.



Zealandia e Atlantide

Nonostante possa richiamare la storia di Atlantide, la Zealandia non centra con essa, è semplicemente un continente come gli altri ma quasi completamente sommerso. Sembra sia affondato – e allora eco il dubbio su Atlantide – perché si era staccato sia dall’Antartico sia dall’Australia, rispettivamente 85-130 milioni di anni fa e 60-85 milioni di anni fa.

Dal distacco doppio, ci sono voluti ancora molti anni prima che affondasse, fino a circa 23 milioni di anni fa probabilmente Zealandia visibile, oggi la maggior parte di essa, si stima il 94%, è sotto l’Oceano Pacifico.

Zealandia: nuovo continente 

Lo chiamiamo continente, non considerandolo quindi una terra sommersa come le altre, perché ha la particolarità di essere un singolo, intatto e uniforme pezzo di crosta continentale di 5 milioni di km quadrati. Noi vediamo il 6% che affiora, la Nuova Zelanda e la Nuova Caledonia, ma è composto da: Nuova Zelanda, Nuova Caledonia, Plateau Campbell, Chatham Rise, Lord Howe Rise, Plateau Challenger e Norfolk Ridge.

Questo nuovo continente però non comprende le lunghe catene montuose sottomarine che si staccano dal continente in direzione nord-est e sud ovest.

A farci badare alla Zealandia è stato un articolo comparso a marzo/aprile 2017 sul GSA Today, questa teoria però non è così recente. E’ infatti almeno un decennio Nick Mortimer, geologo del GNS Science di Dunedin (Nuova Zelanda), sostiene l’esistenza di un ottavo continente.

Zealandia: dove è

La zona l’abbiamo capita, ma trattandosi di terre sommerse, non è così facile immaginarsi e rappresentare in modo preciso la posizione di questa terra. Meglio usare le mappe satellitari, elaborate sul campo gravitazionale terrestre. Esse posizionano la Zealandia in un’area che parte dal nord-est dell’Australia e si estende fino a sud delle isole neozelandesi.

Guardando i rilievi sottomarini, si ha la conferma di questa localizzazione perché si nota, in corrispondenza del presunto continente, una crosta continentale leggera, uniforme e strutturalmente omogenea, distinta da quella della vicina Australia. Ancora in forse, questo nuovo continente, se confermato potrebbe spiegare l’origine della fauna e della flora endemiche della Nuova Zelanda

Zealandia: storia

Questo continente sarebbe nato staccandosi dal supercontinente Gondwana diventando indipendente. La separazione ha portato anche ad un notevole assottigliarsi della crosta terrestre che è stata quasi “tirata” a seguito del distacco e ciò che ne è derivato che che il nuovo continente è finito per il 94% sott’acqua.

Zealandia: tour 

Di tour in Zealandia se ne possono fare pochi, o meglio, tanti ma solo sul 6% della sua superficie, quella emersa e che è molto apprezzata proprio per via della natura ricca di specie endemiche che vi si può ammirare. La restante parte di continente ce lo dobbiamo immaginare da soli, o possiamo chiedere aiuto a Paola Predicatori, autrice del romanzo “Il mio inverno a Zerolandia”. Avrà preso spunto da “Zeolandia”? forse no, ma il romanzo merita, fa sognare, ci porta lontano.

Chi non ama questo genere di letture, può riflettere su Zeolandia davanti ad un Globo luminoso.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Ti potrebbero interessare anche:

Pubblicato da Marta Abbà il 23 febbraio 2018